Apple accusa Samsung di aver distrutto dei documenti

514
0
CONDIVIDI

L’1 maggio Apple ha presentato una mozione al Northern District della California, accusando Samsung di aver volontariamente distrutto alcuni documenti che avrebbe dovuto invece obbligatoriamente consegnare come prove in un processo, ha riferito il venerdi Network World. Questo tipo di gesto è stato definito nel linguaggio giuridico statunitense “spoliation of evidence”, ovvero rifiuto intenzionale o il voler volutamente nascondere o alterare prove rilevanti in un procedimento legale.

Se la giuria trova Samsung responsabile di una violazione, si presumere che l’infrazione è stata “intenzionale, volontaria e senza riguardo nei confronti di Apple,” anche perché i documenti in questione sarebbero stati vantaggiosi per la posizione in cui si trova oggi Apple e dunque Samsung non poteva far altro che distruggerli, inizializzando e sostituendo il computer di qualche dipendente.

L’azienda sudcoreana dovrebbe rispondere entro il 15 maggio alle accuse, ma ha già domandato un rinvio fino al 10 luglio, chiedendo tempo per rispondere alle imputazioni.

fonte | BGR

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS