TechGenius intervista Daniele Surano, sviluppatore Windows Phone che ha realizzato FallingBirds

563
0
CONDIVIDI

Nella giornata di ieri vi abbiamo segnalato un divertente gioco gratuito per Windows Phone sviluppato da un developer italiano di nome Daniele Surano. Siamo riusciti ad ottenere un’intervista con questo sviluppatore che ci ha parlato un po’ di lui, della sua app e dei motivi che lo hanno spinto verso lo sviluppo di app per piattaforma Windows Phone.

Di seguito trovate l’intervista:

TechGenius: innanzitutto grazie per averci concesso questa intervista. Cominciamo con le solite domande di routine: parlaci un po’ di te. Come ti sei avvicinato al mondo dello sviluppo software?

Daniele Surano: Grazie a voi. Sono sempre stato un grande appassionato di matematica e computer, quindi diventare uno sviluppatore software è stato un percorso naturale; dopo il liceo mi iscrissi, senza pensarci nemmeno 2 secondi, all’università Federico II di Napoli per seguire il corso di laurea in Informatica (facoltà di Scienze). Dopo cinque anni ‘illuminanti’ ho realizzato il sogno di laurearmi con il massimo dei voti!

TechGenius: mentre tutti scelgono di sviluppare per piattaforme più blasonate come iOS e Android tu hai optato per Windows Phone. Come mai?

Daniele Surano: Attualmente considero Windows Phone la migliore scelta per gli smartphone, soffre dei classici difetti di gioventù ma è la più promettente. Abbiamo sviluppato varie app di successo per il mondo iOS (www.smoovesoftware.com) ma ora stiamo facendo il porting verso Windows Phone.

Apple ha avuto l’enorme merito di reinventare lo smartphone, il marketplace, il gamecenter….ha rivoluzionato il settore e quindi gode ancora di enorme fama; qualitativamente iOS, iPhone e iPad sono ancora i migliori, ma sono troppo chiusi e soprattutto troppo costosi.

Google ha avuto successo con Android perché ha regalato a tutti i produttori la possibilità di creare smartphone concorrenti dell’iPhone, ma troppa libertà, troppa frammentazione e l’incapacità dei produttori (sul software HTC, Samsung non sono minimamente paragonabili a Microsoft, Apple, Google) l’hanno reso un sistema scadente. Uno sviluppatore per Windows Phone e iOS sa benissimo come funzionerà la propria app sui vari device, cosa non vera per Android dove si passa da uno smartphone potentissimo a quelli ridicoli; inoltre il marketplace non è regolamentato ed è pieno di schifezze….per non parlare delle app crackate.

Windows 8 e WindowsPhone 8 daranno una scossa al mercato e qualitativamente saranno gli altri a rincorrere.

TechGenius: come ti è venuta in mente l’idea di sviluppare FallingBirds? Quanto ci hai messo a realizzarlo?

Daniele Surano: Sono anni che sviluppo sistemi complessi e soluzioni per il mondo enterprise, quindi avevo bisogno di “svagarmi” con la realizzazione di un gioco. Tra l’altro adoro i giochi di logica e i cosiddetti rompicapo…trovo Cut The Rope magnifico. La prima versione di FallingBirds l’ho realizzata in circa 22/24 ore…2 ore a sera dopo il lavoro e dopo aver messo i bimbi a letto….quindi perdonatemi se trovate dei bug :)

E’ disponibile da 20 giorni ed ha già totalizzato 5.000 download in 42 paesi del mondo; visto l’enorme successo sto continuando lo sviluppo con tante migliorie e tanti altri livelli.

TechGenius: come si comporta Microsoft con gli sviluppatori? Le linee guida sono rigide come quelle Apple? 

Daniele Surano: L’idea di fondo è la stessa ma Microsoft da più libertà agli sviluppatori, la trovo più onesta. Come nel mondo iOS, le app vengono certificate da tester qualificati che controllano la qualità dell’app per evitare di riempire il market di immondizia e contenuti inappropriati. Il rapporto con gli sviluppatori è unico, mettono a disposizione tantissimo materiale e organizzano centinaia di eventi gratuiti dove è possibile avere consigli da tecnici Microsoft; spesso vengono contattato da tecnici che seguono i miei sviluppi su mondo mobile e cloud e mi danno continuamente consigli.

TechGenius: sceglieresti ancora di sviluppare per Windows Phone?

Daniele Surano: Ovviamente si. Con l’avvento di Window 8 e WindowsPhone 8 sarebbe sciocco non farlo, un solo ecosistema per smartphone, tablet e computer! Inoltre il motivo principale che dovrebbe far scegliere le piattaforme Microsoft, e di cui nessuno parla, sono gli strumenti di sviluppo. .Net e Visual Studio sono un altro pianeta (li ho provati tutti).

TechGenius: cosa ti senti di dire a tutti quegli sviluppatori che si stanno avvicinando solo oggi al mondo dello sviluppo per questo OS mobile di Microsoft?

Daniele Surano: Oltre ai motivi esposti prima c’è da considerare che il marketplace è ancora giovane, quindi è più facile farsi notare con app di qualità. Quando arriverà Windows 8 la base installata diventerà enorme e quindi sarà molto più facile avere successo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS