Sharp: il 2011 è l’anno più nero della sua storia

441
0
CONDIVIDI

La crisi che sta attraverso Sharp non è da sottovalutare, e i suoi dirigenti lo sanno bene. L’anno fiscale 2011 è stato il peggiore nella storia della società, con una perdita netta di 4,7 miliardi di dollari. I dirigenti Sharp sanno bene che i risultati negativi non miglioreranno prima di peggiorare ancora di più. Questo 2012 sarà infatti ancora più nero in termini di vendite, con le TV Sharp che difficilmente riescono ad attirare l’attenzione del consumatore come invece facevano qualche anno fa.

Tuttavia, l’azienda sta pensando ad un piano per risollevarsi da questo stato comatoso. La soluzione più rapida e di sicura efficacia risiede nella produzione di pannelli per dispositivi mobili, piuttosto che di quelli di grandi dimensioni per TV.

Tetsuo Onishi, Executive Managing Officer di Sharp, ha riferito al Wall Street Journal:

Nel secondo tempo, pensiamo che possiamo far diventare l’azienda di nuovo redditizia soprattutto attraverso il miglioramento dei risultati attesi nei nostri display per dispositivi mobili.

Sharp è comunque in buona compagnia: anche le aziende giapponesi Sony e Panasonic registrano perdite da capogiro, mentre altri colossi orientali specializzati in elettronica, come Samsung e LG, navigano nell’oro.

fonte | VentureBeat

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS