Physibles: Tu chiamalo se vuoi… Teletrasporto!

654
0
CONDIVIDI

La notizia è passata un po’ in sordina ma qualche tempo fa si è iniziato a parlare di Physibles. A farne menzione è stato il famoso sito di condivisione The Pirate Bay, che tuttavia ha avuto l’infelice idea di diramare la notizia poco prima della presentazione del nuovo iPad (cosa che non ha certo giovato alla sua visibilità e successo).

Che cos’è Physibles? Physibles è il nome di una nuova sezione del sito che da questo momento, oltre a canzoni, libri, film e giochi, permetterà di scaricare anche modelli di oggetti pronti per la stampa in 3D.

Si tratta a tutti gli effetti di trasferimento a distanza di oggetti fisici, c’est à dir… teletrasporto! Certo, non siamo ancora arrivati al punto di trasferire oggetti animati*, ma per quanto mi riguarda il teletrasporto di oggetti inanimati esiste già, dal momento che l’informazione digitale trasmessa attraverso la rete fornisce istruzioni precise a particolari stampanti a resina 3D (simili a quella di cui vi avevo già parlato) al fine di creare una copia perfetta dell’oggetto iniziale in qualsiasi parte del mondo.

È possibile qui leggere il comunicato comparso sul blog ufficiale della “baia dei pirati” assieme all’introduzione della nuova sezione:

“Una delle cose che sappiamo è che come società continueremo sempre a condividere. E che la comunicazione digitale ha facilitato molto la condivisione e continuerà a farlo. Dopo l’evoluzione e i dati dal formato analogico a quello digitale è il momento di un ulteriore passo avanti”

Come è possibile vedere non si pone enfasi unicamente sul progresso tecnologico di Physibles, ma si punta a definire una roadmap per il progresso dell’umanità e ciò – unitamente all’introduzione silenziosa del teletrasporto – è ammirevole.


*Almeno fino a quando non si sarà in grado di riprodurre in binario il contenuto della nostra  psiche.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS