iOS: a volte è necessario chiudere le app in background

1016
0
CONDIVIDI

 

Apple ha sviluppato il multitasking di iOS in modo tale da renderlo quasi invisibile per l’utente. La società con sede in California ha sempre sconsigliato agli utenti di chiudere le applicazioni aperte in background poiché esse vengono gestite dal sistema operativo in modo tale da non influire sul funzionamento del dispositivo. Quindi il multitasking diventa come inesistente per l’utente iOS, che però può chiudere un’app e riaprila come l’aveva lasciata.

Ma è davvero così perfetto questo multitasking sviluppato da Apple? Ovviamente no! Con un App Store stracolmo di applicazioni – ce ne sono più di 500 mila – si deve obbligatoriamente fare i conti con qualche software non funzionante o che per via di bug rallenta pesantemente il dispositivo anche quando in background. Se vedete che il vostro iDevice diventa incredibilmente lento, scattoso, soggetto a crash e con batteria sempre meno duratura, allora dovreste pensare alla chiusura delle applicazioni presenti in backbround. Purtroppo qualche applicazione può causare dei problemi ma se non sapete quale di quelle aperte è la causa, dovete per forza chiudere tutte le app aperte in background.

Ci sono applicazioni che monitorano lo stato del sistema, ma non tutti sono in grado di comprenderle e utilizzarle. Per questo è consigliabile eliminare tutte le app aperte in background almeno una volta ogni due settimane.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS