Apple Store nelle grandi catene di elettronica: una riflessione

641
0
CONDIVIDI

iMore ha recentemente pubblicato un’articolo in cui si discuteva sulla presenza di piccoli stand in stile Apple Store piazzati dalla società di Cupertino all’interno di grandi catene di elettronica come Best Buy e Wallmart. Il sito rifletteva su questa “novità” che potrebbe segnare un grosso passo in avanti per Apple o un campanello di allarme per il futuro.

Anche noi di TechGenius volevamo dire la nostra su questo argomento, sottolineando come da molti mesi anche in Italia sono comparsi all’interno di grandi store dedicati all’elettronica, come Euronics e Media World, stand Apple come quelli che vedete nell’immagine di inizio articolo. Apple ha realizzato i suoi negozi ufficiali per fornire un’esperienza di acquisto unica ai clienti. Chiunque può entrare all’interno di un Apple Store e sentirsi subito immerso nel mondo Apple, con possibilità di toccare con mano ogni dispositivo, provarlo per tutto il tempo che vuole e addirittura impararlo ad utilizzare mediante l’aiuto dei dipendenti Apple. Tutto è stato studiato per rendere l’esperienza di acquisto unica e memorabile.

L’arrivo di stand Apple all’interno di grandi catene di elettronica è un cambiamento significativo per questa azienda, che qualche anno fa mai avrebbe voluto i suoi dispositivi esposti alla miriade di persone che ogni giorno calcano i pavimenti di questi mega-store. Sia chiaro: più gente li prova e più possibilità ci sono che vengano acquistati, ma se non vengono controllati come dovrebbero, questi dispositivi vengono alterati e rovinati dai passanti fornendo una brutta impressione ai curiosi che sopraggiungono successivamente. Un po’ come accade con altri prodotti, come quelli Samsung o Sony per esempio, che dopo mesi e mesi di esposizione diventano del tutto non funzionanti e impossibili da provare.

Tuttavia gli Apple Store non sono moltissimi. Negli ultimi anni sono triplicati, saltando fuori come funghi (vedi il decimo italiano in arrivo a Roma), ma non tutti possono godere di tali negozi nella loro città. Proprio per questo, stand così si rendono necessari per dare la possibilità a tutti di provare in prima persona i prodotti “made in Cupertino”. Lo stile Apple è però sempre presente, basti guardare il design dello stand che riprende in tutto e per tutto quello di un Apple Store. Quindi non penso che i Apple fanboy debbano cominciare a preoccuparsi, l’arrivo di questi “mini-Apple Store” è un passo necessario dopo il grande successo raggiunto dall’azienda.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS