Governo USA contro avvocati di Megaupload

337
0
CONDIVIDI

Gli avvocati che rappresentano i sei principali studios di Hollywood, il governo degli Stati Uniti e Megaupload si sono incontrati in un’aula di tribunale del giudice distrettuale Liam O’Grady. Gli aspetti riguardano i file digitali appartenenti a ben 60 milioni di persone in tutto il mondo che sono stati memorizzati su Megaupload ed i 1.100 server.

I file si trovano attualmente su server di proprietà di Carpathia Hosting, che ora li ospita a proprie spese, ma la società sta cercando di cancellare le informazioni o, eventualmente, vendere i server. Carpathia sostiene che il costo di ospitare dei dati è un onere finanziario e ha chiesto al tribunale di essere sollevata dall’incarico. Il governo degli Stati Uniti nel mese di gennaio ha arrestato e accusato il fondatore di Megaupload, Kim Dotcom, insieme ad altri sei, con l’accusa di racket, violazione del copyright e riciclaggio di denaro.

I funzionari governativi hanno sostenuto che Ira Rothken, l’avvocato incaricato della difesa della società, e il suo studio legale Quinn Emanuel, non dovrebbero avere la possibilità di rappresentare Megaupload in tribunale. Schapiro in passato aveva avuto un ruolo nei processi di Dotcom e può rappresentare un possibile conflitto di interessi. Lo studio legale rappresentate di Google e YouTube, aveva intentato una causa contro di loro nel 2007, ed il manager di YouTube può testimoniare contro Megaupload.

Il governo ha inoltre affermato che al fine di recuperare i dati, Megaupload avrà bisogno di più del denaro che è stato sequestrato, ed i funzionari si oppongono all’idea di rilasciare fondi maggiori alla società. La Electronic Frontier Foundation vorrebbe vedere la corte restituire i dati ai legittimi proprietari e anche la Motion Picture Association of America vuole conservare le informazioni per un eventuale azione legale in futuro.

fonte | BGR

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS