Pacemaker: gli hacker possono spegnerli

790
0
CONDIVIDI

Una notizia da brividi ci arriva dalla University of Massachusetts Amherst, che ha lanciato un allarme in merito alla sicurezza di impianti come Pacemakers, defibrillatori e altri dispositivi medici che spesso sono collegati via wireless a terminali per il monitoraggio del loro funzionamento e dei parametri vitali che tengono sotto controllo.

Tali dispositivi potrebbero infatti diventare il bersaglio di hacker senza scrupoli, che potrebbero addirittura mettere in serio pericolo la vita delle persone.

Secondo l’informatico Kevin Fu, che ha curato una ricerca sul tema, il fatto di non usare segnali criptati per non limitare ulteriormente la durata delle batterie, espone i pazienti al rischio che qualcuno possa spegnere i loro pacemacker o defibrillatori.

Fino ad oggi non sono stati registrati casi di questo tipo, ma si sa, la mamma degli idioti è sempre incinta. Forse sarebbe il caso di aumentare i livelli di sicurezza, visto che la tecnologia c’è, va semplicemente utilizzata come si deve.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS