Apple naviga nell’oro: sono 600 i miliardi di capitalizzazione

474
0
CONDIVIDI

Nonostante la morte di Steve Jobs e i problemi che hanno colpito l’azienda in merito alle fabbriche Foxconn, Apple è riuscita a incrementare giorno dopo giorno il proprio successo, e le proprie azioni in borsa. Negli anni 90′ la società era sull’orlo della bancarotta ma il ritorno di Steve Jobs, nel 1997, segnò un passo importante per la compagnia, che da allora cominciò la sua salita verso il successo.

Quando Steve Jobs ci ha lasciato, nell’ottobre dello scorso anno, in molti davano per molta Apple. I fatti stanno però smentendo queste critiche, come dimostrano le azioni della società, che a Wall Street hanno fatto registrare un nuovo record, arrivando a 644 dollari per azione. Un costo così elevato ad azione permette a questa società con base a Cupertino di raggiungere i 600 miliardi di capitalizzazione, diventando così l’azienda più importante del mondo.

Recentemente le azioni Apple hanno anche superato quelle Google, per la prima volta nella storia, nonostante la capitalizzazione della società che ha dato vita alla i-generation fosse da molti mesi tre volte superiore a quella del colosso di Mountain View.

fonte | VentureBeat

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS