New iPad: la recensione

1561
1
CONDIVIDI

Non è nel nostro stile recensire prodotti senza averli prima testati fino in fondo. Questo è il motivo per cui abbiamo ritardato di qualche giorno la pubblicazione della recensione del nuovo iPad, quello di terza generazione. Grazie all’iniziativa di MediaWorld, acquistare questo nuovo iPad è stato un vero e proprio gioco da ragazzi. Arrivato a casa dopo l’acquisto, la prima cosa che ho fatto è stata ovviamente aprire la confezione e accendere il tablet Apple di nuova generazione. Dopo la procedura guidata di attivazione, ecco apparire di fronte a me il tanto chiacchierato Retina Display.

Essendo già un possessore di un iPad 2, avevo davanti a me anche il mio fidato tablet Apple di seconda generazione. Ad essere sinceri, all’inizio non vedevo nessuna differenza tra lo schermo del nuovo iPad e quello del vecchio iPad 2, o meglio, la differenza si notava ma non era esattamente come mi aspettavo. Ho vissuto in prima persona il passaggio da iPhone 3GS ad iPhone 4, e lì sì che ho accusato il colpo. Con questo iPad 3 non sono stato vittima del famigerato effetto wow, effetto che è stato ritardato solo di qualche ora.

Dopo aver accantonato definitivamente l’iPad 2, ho cominciato ad utilizzare il nuovo iPad navigando tra i menù, le app e le pagine internet. Solo arrivato a questo punto mi sono reso conto della qualità del Retina Display. Ogni parola del nostro sito internet sembrava come essere stampata sulla parte frontale del nuovo iPad, così come le immagini che avevo caricato e le nuove app già aggiornate per il Retina Display (compresa l’app ufficiale di TechGenius). Solo lì mi sono reso conto della qualità del Retina Display. Riprendendo ora l’iPad di seconda generazione, faccio più caso ai pixel che compongono ogni singola parola, visto che non sono più abiurato a vederli nel nuovo iPad.

Abbandoniamo per un momento il display e passiamo con il parlare della camera posteriore. Finalmente Apple si è decisa a dotare il suo tablet di una camera posteriore degna di questo nome. La nuova camera, chiamata iSight, è da 5 megapixel ed è in grado di registrare video a 1080p e di scattare finalmente delle discrete fotografie. Di seguito potete trovare un video ed una fotografia catturati con il nuovo iPad.

Per quanto riguarda il processore e la velocità generale del dispositivo, il chip A5X non ha migliorato la velocità del tablet Apple (come dimostrato dal nostro test), o meglio, la migliorerà in futuro. Spieghiamoci meglio: attualmente la maggior parte delle applicazioni e dei giochi presenti su App Store non sono stati aggiornati per sfruttare la nuova risoluzione del Retina Display. Essendo sostanzialmente lo stesso processore del precedente modello di iPad, la velocità dei due dispositivi all’apertura di un’app o di un gioco si equivale. Tuttavia il nuovo processore A5X presenta una GPU quad-core, quindi in futuro, quando arriveranno giochi in grado di sfruttare realmente le nuove potenzialità grafiche del Retina Display, allora sì che si noterà la differenza tra iPad di terza generazione e iPad 2. Ho constatato personalmente che questo nuovo iPad presenta quel “problema” di surriscaldamento che Consumer Reports ci aveva segnalato nelle scorse settimane. Io però non lo chiamerei un problema, ma una conseguenza del nuovo processore grafico quad-core, che ovviamente non essendo aiutato da ventole, non riesce a raffreddarsi come dovrebbe. Tuttavia il calore non raggiunge temperature elevatissime, ma giocando a giochi di elevata qualità grafica, come Real Racing 2, dopo qualche minuto si comincia ad avvertire un leggero calore in corrispondenza delle mani, ma ripeto, nulla di allarmante.

Batteria: passiamo ora con il parlare del componente più importante del nuovo tablet. Uno schermo così “risoluzionario” avrebbe costretto molti altri produttori a dimezzare l’autonomia del proprio tablet oppure ad ingigantirlo notevolmente per via dell’aggiunta di batterie mastodontiche. Apple invece è stata capace di aumentare solo di pochi millimetri lo spessore del tablet per introdurre uno schermo da 2048 x 1536 pixels e una batteria che consentisse di raggiungere la stessa autonomia di 10 ore del precedente modello. Durante le mie prove, il nuovo iPad perdeva percentuali nella batteria ad una velocità più elevata rispetto all’iPad 2, ma con un solo ciclo di carica alle spalle può essere un comportamento normale.

Abbiamo già detto che lo spessore è stato aumentato di pochissimo per far posto ad una batteria più performante, e al Retina Display. Altro elemento ingigantito è il peso. Rispetto all’iPad 2, il nuovo modello pesa assai di più. Sinceramente non sono rimasto soddisfatto da questa “novità”, ma se è il prezzo da pagare per il nuovo Retina Display allora ben venga.

Infine volevo parlarvi della parte connettività: il nuovo iPad è stato il primo tablet ad arrivare sul mercato con il supporto alla rete 4G LTE. Noi italiani, come al solito, non potremo usufruire di tale rete poiché nel nostro paese è completamente assente. Tuttavia il nuovo iPad sembra assai migliorato sia sotto la connettività 3G che WiFi. Ho scaricato con il nuovo iPad l’applicazione iPhoto, dal peso di 106 MB, in meno di un minuto, connesso ad una rete WiFi. Una velocità niente male che non sarei mai stato in grado di raggiungere con iPad 2.

Insomma i punti a favore del nuovo iPad sono molteplici. Troviamo il nuovo Retina Display in primo piano, per poi andare a finire sulla camera posteriore migliorata e sulla connettività. Il chip A5X metterà in mostra le sue potenzialità con il passare delle settimane. Intanto abbiamo il tempo di fare un po’ l’abitudine con l’aumento del peso.


Prodotto: iPad di terza generazione
Produttore: Apple
Prezzo: iPad 16Gb Wifi al prezzo di 479€ | iPad 32Gb Wifi al prezzo di 579€ | iPad 64Gb Wifi  al prezzo di 679€ | iPad 16Gb Wifi + 4G al prezzo di 599€ | iPad 32Gb Wifi + 4G al prezzo di 699€ | iPad 64Gb Wifi + 4G al prezzo di 799€
Giudizio: 10/10 – Non si era mai visto uno schermo così definito su un tablet. Apple ha svolto un lavoro eccezionale nell’introduzione di questo nuovo display. Non era affatto facile mantenere la stessa autonomia della batteria e uno spessore pressoché identico, eppure ci sono riusciti. Sicuramente il miglior tablet presente sul mercato.
Dove Acquistare: negli Apple Store (anche online) e nei migliori negozi di elettronica.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS