Olmechi: perché scolpivano gigantesche teste?

1152
0
CONDIVIDI

La civiltà olmeca si sviluppò nella zona del golfo del Messico tra il 1500 a.C. e il X secolo d.C. Gli olmechi sono famosi per le loro colossali sculture in pietra, ricavate da un’unico blocco, alte fino a 2 metri e pesanti anche 24 tonnellate. Soggetto delle sculture sono soprattuto teste umane, ovvero raffigurazioni del dio-giaguaro, un essere mitico che stava alla base della religione olmeca. Le sculture coniugano fantasia e abilità tecnica, dimostrata anche nella realizzazione di statue più piccole e di suggestive maschere.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS