Grattacieli: ecco perché cominciarono a costruirli

502
0
CONDIVIDI

Al fine di sfruttare al massimo i costosi terreni delle grandi città e grazie al crescente sviluppo tecnologico ed economico, verso la fine del XIX secolo negli Stati Uniti fu ideato il grattacielo. Il primo fu eretto a Chicago nel 1879. In origine, queste costruzioni in muratura alte una cinquantina di metri contavano 10 o 12 piani; poiché tutto il grattacielo poggiava sulle pareti, i muri della base erano spessi fino a 3 metri, per poi assottigliarsi in alto.

Nel 1883, durante la ricostruzione di Chicago, distrutta dal famoso incendio del 1871, fu usata per la prima volta una struttura metallica in ferro, sostituita poi dall’acciaio, che sostituì la funzione portante delle pareti. Essa rese possibile la riduzione dello spessore delle pareti e l’aumento dell’altezza dei grattacieli. Oggi le pareti di alcuni grattacieli sono addirittura completamente in vetro.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS