Come funzionano le macchine fotocopiatrici?

1363
0
CONDIVIDI

Inventata negli anni Trenta dall’americano Chester F. Carlson, la fotocopiatrice è diventata una macchina di uso comune. Ma come funziona? Mettendo un foglio da riprodurre sul vetro della fotocopiatrice, una serie di specchi e di lenti proiettano l’immagine del foglio su un cilindro ruotante, rivestito di materiale sensibile alla luce.

Di conseguenza, cariche elettrostatiche si distribuiscono sul cilindro in corrispondenza dei punti scuri del foglio (cioè la parte scritta). Successivamente, sul tubo viene distribuita una finissima polvere d’inchiostro che aderisce soltanto ai punti in cui si sono accumulate le cariche elettrostatiche, riproducendo l’esatta immagine della pagina. Infine, un foglio di carta viene pressato sul tubo e riscaldato, in modo che l’inchiostro vi aderisca in maniera permanente.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS