RIM brevetta l’autoalimentazione per smartphone

575
0
CONDIVIDI

 

Dopo aver visto l’ultimo brevetto assegnato a RIM posso affermare con assoluta certezza che il futuro degli smartphone passerà sicuramente tra le mani degli ingegneri dell’azienda canadese. Il brevetto in questione riguarda uno dei componenti più importanti per un dispositivo mobile, forse quello che ha subito meno progressi durante il corso degli anni: la batteria.

RIM ha depositato allo United States Patent un brevetto riguardante l’autoalimentazione degli smartphone, ovvero una tecnologia che consentirà agli smartphone di ricaricarsi in modo autonomo. Questa tecnologia sfrutterà una cella a combustibile, ovvero un generatore elettrico che convertirà il combustibile in elettricità, tutto questo in un processo infinito.

Una cella a combustibile è un generatore elettrico che converte combustibile in elettricità in un processo di conversione di energia elettrochimica. Le celle a combustibile sono diverse dalle batterie che consumano un reagente, che deve essere reintegrato. Le celle a combustibile, nella reazione elettrochimica, convertire il carburante dal lato anodico mescolandole con un ossidante sul lato catodo, provocando una reazione che ha, in un tipo di cella a combustibile, un sottoprodotto di acqua e calore.

Forse in un futuro non molto lontano potremo dimenticarci per sempre dei caricabatterie.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS