Chitarra elettrica: le origini

2149
0
CONDIVIDI

Le origini della chitarra, il popolare strumento a sei corde con una cassa armonica a forma di otto, risalgono agli antichi assiri ed egizi. Introdotta dagli arabi in Europa nel 1200, questo strumento musicale diventò popolare alla fine del 1700, con l’introduzione della sesta corda e l’opra di compositori come Niccolò Paganini, che dedicò alla chitarra più di cento pezzi solistici.

In epoca moderna, la chitarra è diventata lo strumento principale della musica rock, grazie soprattutto all’invenzione della chitarra elettrica, che risale al 1932 ad opera di Adolphus Rickenbacker. Nella chitarra elettrica le corde non producono un suono ma la loro vibrazione è convertita in segnale elettrico da un gruppo di riproduttori detti pick up. Il segnale elettrico, amplificato, giunge agli altoparlanti, che pensano poi a convertirlo in suono.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS