Google Play non è un tablet, ma un nuovo servizio Google

397
0
CONDIVIDI

Nei giorni scorsi avevamo ipotizzato che il dominio Google Play registrato dall’azienda di Mountain View potesse riferirsi al futuro tablet di Google. Quest’oggi invece scopriamo che Google Play è un nuovo servizio che l’azienda ha voluto mettere a disposizione a tutti i suoi utenti.

Più che un servizio, descriviamo Google Play come un aggregatore di servizi: al suo interno potete trovare le vostre applicazione Android, la vostra musica, i vostri libri e i vostri video. Tutto questo racchiuso in un’unico spazio, sempre accessibile.

Google Play non nasce solo come aggregatore, ma anche come piattaforma cloud per il trasferimento automatico dei contenuti. Musica, film, libri verranno archiviati online e saranno sempre disponibili. Con Google Play gli utenti possono memorizzare fino a 20.000 canzoni gratis, scaricare oltre 450.000 applicazioni Android, sfogliare migliaia di eBook e noleggiare film. Tutti questi contenuti saranno sincronizzati automaticamente su ogni dispositivo in vostro possesso. Nei prossimi giorni i vari store di Google subiranno delle modifiche: l’Android Market verrà rinominato Google Play Store app mentre gli altri store multimediali saranno chiamati Google Play Movies, Google Play Books e Google Play Music.

Attualmente la versione italiana di Google Play contiene solo le applicazioni dell’Android Market. Se volete dargli uno sguardo cliccate qui.

fonte | TechnoBuffalo

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS