NYT: gli sviluppatori ed Apple possono accedere alle vostre foto

747
1
CONDIVIDI

Il New York Times mette in guarda l’utenza iOS affermando che sia gli sviluppatori che Apple stessa possono avere accesso alle foto scattate con il vostro dispositivo mobile Apple. Attraverso il servizio di localizzazione, le informazioni viaggiano verso i server dell’azienda di Cupertino o degli sviluppatori dell’app, ed insieme a loro le vostre immagini.

Gli sviluppatori di applicazioni per dispositivi mobili di Apple e Apple stessa, passarono sotto la luce dei riflettori dopo la notizia che alcune applicazioni si stavano impossessando delle informazioni dei contatti a insaputa degli utenti. Come si è visto, le rubriche non sono le uniche cose in palio. Anche le foto sono vulnerabili. Dopo che un utente consente ad un’applicazione su un iPhone, iPad o iPod di avere accesso alle informazioni sulla posizione, l’applicazione può copiare l’intera libreria foto dell’utente, senza alcun preavviso o avvertimento, secondo gli sviluppatori di app.

David E. Chen, co-fondatore di Curio, un’azienda che sviluppa applicazioni iOS, ha riferito:

Probabilmente, un app con accesso ai dati relativi all’ubicazione ha potuto mettere insieme una storia su dove l’utente è stato in base alla posizione delle foto scattate. La vostra posizione, così come le vostre foto e video, potrebbero essere state caricate su un server. Quando i dati del dispositivo sono off, Apple non ha praticamente alcuna possibilità di controllare o limitare il suo uso.

Apple nell’avviso che mostra agli utenti quando gli viene chiesto di inviare ai server informazioni sulla loro posizione, specifica che insieme a queste informazioni viaggeranno anche le foto e i video. Quindi diciamo che il NYT non ci ha riferito nulla di nuovo.

fonte | iClarified

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS