Nuovo standard di connettività WiFi nei prossimi Mac

609
0
CONDIVIDI

Nella connettività wireless tutti i modelli Mac della Apple hanno raggiunto lo stesso standard, ovvero il Wifi N, che permette la raggiunta di una velocità di trasmissione pari a 300 Mbps.

Quest’anno dovrebbero arrivare nel mercato i primi prodotti con il Wifi AC, un nuovo standard che permetterà di raggiungere una velocità di trasmissione dati maggiore rispetto al precedente standard. A quanto pare il WiFi AC sfrutterà bande maggiori e potrà raggiungere una velocità di 1 Gbps, infatti questo standard è stato nominato il “Gigabit Wifi”.

I produttori che hanno annunciato il prossimo utilizzo di questa nuova tecnologia wireless è presente la Broadcom, il costruttore delle schede Wifi dei Mac.

La storia del Wifi nei dispositivi Apple inizia nel 1999, quando Steve Jobs presentò il primo prodotto con una scheda AirPort, l’iBook. Apple non è stata la prima ad integrare nei suoi dispositivi la connettività wireless ma ne favorì la diffusione.

Quando arrivò il momento della One More Thing e Steve Jobs sollevò quel portatile, continuando a navigare in internet, sprigionando un grandissimo entusiasmo del pubblico (come potete vedere nel video qui sotto), arrivò anche la tecnologia del protocollo 802.11b che quel laptop già sfruttava.

Nel 2003 arrivò l’AirPort Extreme, basata sullo standard 802.11g, che superava di quinte volte la velocità dello standard precedente. Nel 2006 venne presentata un’anteprima della Apple TV la quale si pensasse usasse già il Wifi N, ma la sua tecnologia era ancora lontana.

L’anno successivo Apple presentò questo dispositivo con il nuovo standard insieme alle nuove generazioni delle basi AirPort. In seguito venne rilasciato un driver per tutti i Mac Core 2 Duo che abilitò questa tecnologia già presente in questi modelli.

Il Wifi N fu reso uno standard ufficiale alla fine del 2009, ma Apple già lo usava e ha avuto la possibilità di migliorare il suo supporto, fino ad arrivare alle  Time Capsule e alle Airport Extreme, che riescono a trasmettere contemporaneamente in due diverse bande, da 5 e da 2,4 GHz. Il primo iPad e l’iPhone 4 già supportavano lo standard N, nonostante quest’ultimo non fosse compatibile con la banda a 5 GHz.

Oggi gli iMac Thunderbolt di ultima generazione hanno integrate tre antenne, le quali permettono di raggiungere una velocità fino a 450 Mbps, utilizzando solo il Wifi N a 5 GHz.

La connettività wireless è sempre stata molto usata nei prodotti con il marchio Apple. Infatti ha integrato la possibilità di effettuare backup tramite Time Capsule in wireless, ha introdotto AirDrop in OS X Lion, che ci permette di scambiare documenti con altri Mac in wireless.

Quest’anno Apple dovrà apportare aggiornamenti a tutta la sua gamma di Mac, a causa dei nuovi processori Ivy Bridge e avrà l’opportunità di migliorare CPU e GPU, integrare le USB 3.0 e chissà se apporterà aggiornamenti nella connettività.

E voi, che ne pensate?

fonte | Saggiamente

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS