Megaupload chiude i battenti

414
1
CONDIVIDI

Dal sito ufficiale della BBC apprendiamo che Megaupload, il famoso sito di file-sharing, ha chiuso i battenti con tanto di arresto per il fondatore.

I procuratori federali hanno accusato i possessori del famoso sito di aver messo a disposizione degli utenti materiale protetto da copyright, con danni ingenti per le compagnie interessate. Il Dipartimento di Giustizia USA ha riferito che Kim Dotcom, precedentemente noto come Kim Schmitz, e altri tre collaboratori sono stati arrestati a Auckland, in Nuova Zelanda, su richiesta dei funzionari degli Stati Uniti.

L’FBI ha inviato il mandato di cattura in ben 9 paesi sequestrando in totale la bellezza di 50 milioni di dollari in beni. Questo era il messaggio che appariva sul sito prima della chiusura:

Il fatto è che la stragrande maggioranza del traffico internet Mega è legittimo, e noi siamo qui per rimanere. Se l’industria dei contenuti vorrebbe approfittare della nostra popolarità, siamo felici ad avviare un dialogo. Abbiamo alcune buone idee. Si prega di mettersi in contatto.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS
  • Andrea Corsi

    Non solo Megaupload. Purtroppo è stato chiuso anche Megavideo. :(