Lewandowski rompe il fortino Schalke, Leverkusen nuovamente sul podio

135
0
CONDIVIDI

Bisognava mettere al sicuro la Bundesliga e il Bayern Monaco lo ha fatto senza problemi. Dopo aver conquistato la qualificazione alle semifinali di Champions League, i Campioni di Germania hanno vinto anche nella trentesima giornata di campionato volando momentaneamente a +10 sul Borussia Dortmund. Rispetto alla gara di mercoledì costoro contro il Benfica, Guardiola ha mandato in campo una formazione pienamente rimaneggiata con Benatia e Mario Götze di nuovo titolari. I bavaresi ci mettono un po’ a scardinare il fortino dello Schalke 04, sceso all’Allianz Arena badando soprattutto a non prenderle. Dopo un primo tempo di occasioni sprecate, nella ripresa il Bayern trova il vantaggio grazie alla doppietta di Robert Lewandowski e all’acuto di Arturo Vidal, ancora in rete dopo il sigillo pesantissimo segnato in Portogallo. Dopo tanto possesso palla, oltre il 70%, il Bayern riesce a mettere sui binari giusti una gara che poteva diventare complicata. La settima doppietta in campionato di un Robert Lewandowski sempre più capocannoniere, fa dormire sogni tranquilli a Guardiola che ora dovrà pensare solo alla doppia sfida contro l’Atletico Madrid.

Zona Champions League – Nella zona alta della classifica ecco il sorpasso al terzo posto del Bayer Leverkusen ai danni dell’Hertha Berlino. I rossoneri di Schmidt sono la squadra del momento in Bundesliga e con la quinta vittoria consecutiva sono tornati sul podio. Il rientro di Kampl dall’infortunio ha dato al Bayer quella scossa che mancava e negli ultimi 20′ finali i padroni di casa hanno dilagato al cospetto di un Eintracht che fino a qui momento non avare affatto demeritato. Adesso le Aquile di Niko Kovac vedono davvero lo spettro della retrocessione con il terzultimo posto che ora sta ben 4 punti. La squadra appare  sfiduciata un po’ come sta accadendo all’Hertha Berlino, incapace di vincere nelle ultime 4 partite e ora scavalcata al terzo posto. Non era facile tornare nella capitale con qualche punto dalla trasferta di Sinsheim ma i biancoblù di Dardai avevano l’occasione per dimostrare il loro valore. Invece a vincere è stato un Hoffenheim tostissimo e rigenerato dalla cura Nagelsmann, ormai vicinissimo ad una salvezza che ha del miracoloso con la quarta vittoria nelle ultime cinque partite. Dopo la rete di Stark per gli ospiti, è arrivato il pari di Schar e la rete della vittoria 5′ dalla fine firmata dall’uomo salvezza Mark Uth. 

Werder Brema
Il Werder Brema ha staccato di 4 punti il penultimo posto e torna a sperare.

Salvezza infuocata – Erano anni che la lotta per la retrocessione non era così aperta. Un passo fondamentale lo mette a segno il Werder Brema, che batte in casa un Wolfsburg sempre più anonimo grazie ad una partita eccezionale. Pizarro, Bartels e la prima rete in Bundesliga di Yatabarè permettono ai Verdi di allungare a + 4 sul penultimo posto tornando a -2 dallo Stoccarda. Gli Svevi hanno infatti perso lo scontro diretto contro l’Augsburg, che davanti a oltre 30.000 spettatori ha trovato tre punti d’oro colato grazie alla rete di Finnbogason che fa volare i bavaresi a 33 punti. Bravi i ragazzi di Weinzierl, non eccezionali nel gioco ma perfetti in difesa al cospetto di uno Stoccarda sprecone e costretto ancora a guardarsi alle spalle. Menzione negativa per un Wolfsburg sempre più in crisi e che al 90% resterà senza Europa nella prossima stagione. Al d.g. Allofs spetta un grande lavoro in estate, con una squadra che perderà senza dubbio qualche elemento di spicco ma che senza coppe e con un bin mercato, potrà certamente dire la sua insieme a Bayern e Dortmund.

Colpo forse decisivo per la salvezza quello del Darmstadt, che in casa supera 2-0 l’Ingolstadt con i gol di Rausch e Sandro Wagner. In pochi avrebbero scommesso sulla salvezza di entrambe le neo promosse, che oltretutto hanno sorpreso per qualità di gioco e geometrie. I gigli di Schuster infatti, arrivano così a 35 punti con grandi chance di salvezza visto che il penultimo posto di trova a ben 8 punti di distanza.

Ieri sera c’è stata la prima sorpresa di giornata con la vittoria dell’Hannover contro il Borussia M’gladbach. Arrivato da appena quindici giorni, il giovane tecnico Stendel ha rianimato i Sassoni che dopo sette sconfitte consecutive in casa ritrovano vittoria e sorriso  grazie ai gol del giovane Anton e del solito Sobiech. Purtroppo l’Hannover non eviterà la retrocessione ma Stendel è l’uomo giusto per costruire un valido progetto di risalita per una delle società più importanti di Germania e che ieri ha festeggiato i 120 anni. Il Gladbach vede allontanarsi la zona Champions League e adesso sarà durissima riprendere 4 e 5 punti a Hertha e Leverkusen.

Risultati Bundesliga offerti da Livescore.it

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS