FOCUS Premier League – il Leicester continua a sognare, Spurs al terzo posto

195
0
CONDIVIDI
Vardy - Leicester

Continua l’incredibile sogno del Leicester, che anche nel turno infrasettimanale non ferma la sua corsa e resta saldamente al comando della classifica, mentre tra le inseguitrici rallenta ancora l’Arsenal.

Le foxes, attese sabato dal match dell’anno contro il Manchester City, hanno avuto la meglio del Liverpool, di nuovo sconfitto dopo un periodo positivo; a decidere la sfida, nella fantastica serata del King Power Stadion, la doppietta di Vardy, sempre più capocannoniere del campionato. Stupenda in particolare la prima marcatura del working class hero inglese, che da oltre trenta metri sorprende Mignolet con un destro volante di straordinaria potenza e precisione. Non molla il Manchester City, che in caso di vittoria sabato si porterebbe alla pari della squadra di Ranieri: a Sunderland i citizens faticano oltre misura, e dopo il vantaggio firmato ancora una volta da Aguero sono costretti sulla difensiva dai padroni di casa, che nonostante una prestazione eccezionale sbattono sulla prestazione sublime di Hart, decisivo in almeno quattro occasioni.

Perde ancora terreno invece l’Arsenal, senza vittorie da oltre un mese: i gunners non riescono a vendicare il pesante passivo subito a Southampton nel Boxing day, e contro i saints non vanno oltre lo 0-0; anche in questa partita sono i portieri a farla da padrone, con l’estremo difensore ospite Forster che compie alcuni interventi miracolosi, consentendo ai suoi di uscire indenni dalla trasferta all’Emirates. Arsenal quindi raggiunto, e superato per la differenza reti, dagli odiati rivali del Tottenham, che al contrario viaggiano a gonfie vele: anche sul campo del Norwich gli spurs dominano l’incontro, passando in vantaggio dopo appena due minuti con il sempre più protagonista Alli. Risultato arrotondato poi dalla doppietta del solito Kane, arrivato a quota 15 in stagione.

A ridosso del quarto posto, ora non così lontani dalla zona Champions, raccolgono punti importanti Manchester United e West Ham: i red devils, grazie a una delle migliori prestazioni stagionali, piegano senza fatica uno Stoke irriconoscibile, demolito dalle reti di Lingard, Martial e Rooney, mentre i londinesi riescono solo nella ripresa a affondare la resistenza dell’Aston Villa, ridotto in dieci dal quarto d’ora a causa della folle espulsione di Ayew; decisivi per gli irons i centri di Antonio e Kouyaté, che condannano sempre all’ultimo posto gli uomini di Garde.

Continua a rimanere imbattuto sulla panchina del Chelsea di Hiddink, con i blues che però non vanno oltre il pareggio a reti bianche nel derby contro il Watford, mentre cade ancora il Crystal Palace, al quinto ko consecutivo: per le eagles la sconfitta arriva per mano del Bournemouth, con Afobe, acquisto milionario del mercato di gennaio, al terzo centro consecutivo. Cherries ora a ben sette punti dalla terzultima piazza, occupata sempre dal Newcastle: magpies al secondo ko in fila, maturato a Goodison Park contro l’Everton di Barkley, per due volte in rete dal dischetto.

A chiudere il quadro dei risultati, il beffardo pareggio dello Swansea sul campo del WBA: la squadra di Guidolin, avanti grazie al centro di Sigurdsson, favorito da un rimpallo su azione dell’ex Chievo Paloschi, sognano fino all’ultimo la vittoria, che svanisce però proprio nel recupero, quando è Rondon in mischia a determinare il pareggio finale.

Risultati Premier League offerti da livescore.it

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS