Aumentano le vendite online degli integratori ma occhio ai falsi

233
0
CONDIVIDI
integratori

Aumentano le vendite online degli integratori alimentari. Uno su dieci viene comparato su Internet, per una crescita del 20 per cento nel 2015. Nei primi mesi dell’anno l’Italia si è posizionata al primo posto tra i Paesi dell’Europa Occidentale che hanno comparato più integratori, per un giro d’affari pari a 2,3 miliardi di euro. I dati sono stati pubblicati dall’Osservatorio PoolPharma Research, che avverte i consumatori del pericolo di incappare in prodotti contraffatti potenzialmente rischiosi per la salute. Sui canali illegali, sette integratori su dieci risultano falsi.

Secondo l’ultima rivelazione di Eurisko-Federsalus, l’utilizzo di integratori multivitaminici negli ultimi 15 anni è raddoppiato e oggi ne fanno uso 8 italiani su 10. Soltanto nella Penisola vengono vendute 170 milioni di confezioni di integratori alimentari secondo i dati del 2015 di IMS Health Incorporated. Secondo un’indagine condotta da Unc (Unione nazionale consumatori) in collaborazione con Aiipa (Associazione italiana industrie prodotti alimentari), sette italiani su dieci chiedono integratori alimentari sicuri ma soltanto uno su quattro segue il consiglio del farmacista. Il 30 per cento preferisce acquistare online per risparmiare.

Aumentano le vendite online degli integratori alimentari. Italia primo Paese tra quelli dell’Europa Occidentale

Camilla Pizzoni, responsabile della divisione ricerca e sviluppo di PoolPharma, ha dichiarato che «Oggi il 90% degli integratori passa per la farmacia, che resta il principale canale di vendita e rappresenta una garanzia di sicurezza per i consumatori. Tuttavia è sempre più diffusa la vendita online e in questo caso bisogna fare attenzione al tipo di integratore che si va ad acquistare: è necessario che il prodotto sia qualificato, e che alle spalle ci sia un’azienda produttrice certificata dal ministero della Salute. Esistono infatti sostanze che non si possono utilizzare negli integratori e purtroppo online si possono trovare, anche per importazione parallela, prodotti che contengono sostanze dopanti».

integratori alimentariIl ministero della Salute controlla con attenzione la produzione di integratori alimentari. Anche le farmacie informano il consumatore sulle eventuali interazioni con altri medicinali. Per difendersi dalla contraffazione gli esperti consigliano di leggere accuratamente l’etichetta che deve riportare il nome delle categorie di sostanze nutritive o degli altri componenti del prodotto, la dose raccomandata per l’assunzione giornaliera e l’effetto nutritivo o fisiologico attribuito al prodotto.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS