CONDIVIDI
BBC

I cittadini europei hanno il diritto di chiedere ai motori di ricerca l’eliminazione di alcune loro pagine dai risultati che vengono fuori quando un utente cerca qualcosa su Internet. Lo ha stabilito la Corte di giustizia dell’Unione europea con una sentenza che ha fatto molto discutere.

Google ha aperto una pagina dove gli utenti possono segnalare i link che vogliono “cancellare” dal motore di ricerca. Sono arrivate tante richieste a Mountain View e a queste si è aggiunta la BBC. Con un articolo pubblicato sul sito, il servizio pubblico inglese ha deciso di informare i lettori delle pagine rimosse da Google sfruttando il “diritto all’oblio”.

«Stiamo facendo questo in primo luogo come contributo per l’ordine pubblico. Pensiamo che sia importante che le persone interessate al “diritto all’oblio” possano determinare quali articoli sono stati colpiti dalla sentenza», ha scritto il Managing Editor Neil McIntosh sul sito. «Speriamo di contribuire al dibattito su questo problema. Pensiamo che l’integrità dell’archivio online della BBC sia importante e, anche se le pagine in questione rimangono pubblicate su BBC online, la rimozione dalle ricerche di Google rende tale archivio più difficile da trovare», ha concluso McIntosh.

La BBC pubblica la lista degli articoli rimossi dal motore di ricerca Google

L’intento della BBC è chiaro: mettere in mostra i link rimossi dalle ricerche su Google per dare di nuovo visibilità a quegli articoli. Certo, un elenco di url catalogati per mese e anno non sono proprio identici ai risultati forniti dalla SERP di Google ma è comunque un modo per ribellarsi a una legge che impedisce la libera informazione.

Se volete conoscere tutti i link rimossi dalla BBC dai motori di ricerca cliccate qui. La pagina verrà aggiornata ogni mese con eventuali nuovi link rimossi.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS