CONDIVIDI
Concept image with What is Your Story printed on an old typewriter

Se parliamo di raccolta, creazione e condivisione di immagini sul web, tutti noi non esitiamo a dire che siamo nel campo di Pinterest e, primo fra tutti, Instagram. Ma l’utente di oggi non vuole solo condividere immagini o video, ma su queste vuole condividere storie. Di questo bisogno latente si sono fatte carico due app di visual storytelling: Steller e Storehouse (rispettivamente per iPad e per iPhone e iPod Touch)

Steller

Steller

Steller è un’app gratuita per iPod e iPhone, sviluppata da Mombo Labs, che consente di creare delle vere e proprie storie fotografiche e video. L’innovazione di Steller sta nella sua particolare attenzione al design minimalista, elegante e raffinato in un’app, progettata esclusivamente per i “mobile users”, che consente una vera narrazione in tempo reale e in mobilità.

Grazie al suo design è subito facile e veloce da usare: una volta aperta l’homepage possiamo subito iniziare a sfogliare le storie che altri utenti hanno condiviso, con la possibilità di catalogarle in “Collections” o categorie di storie da seguire. Oppure possiamo scegliere di creare noi una storia tutta nostra.

Per creare una storia ci basterà accedere al menù strisciando il dito verso destra, così da impostare subito l’editor per la nostra raccolta di immagini e video. Potremo modificare, applicare filtri, layout e diversi font alla foto/video per costruire una storia veramente unica. Per finire scegliamo se pubblicare la storia nelle vostre cerchie su Steller ed eventualmente condividerla anche su Twitter e Facebook.

Storehouse

photo 4-33

Storehouse è un’app gratuita per iPad che consente di creare contenuti visivi molto accattivanti. Realizzata da Mark Kawano, ex UI designer di Apple, esiste già da un anno sull’App Store ma solo adesso sta trovando giusta fama. Come l’altra, anch’essa si distingue per la facilità d’uso e per una navigazione intuitiva.

L’app utilizza le foto o i clip video presi dal rullino fotografico, da Instagram, da Flickr o da Dropbox per dare vita alla nostra storia. Storehouse offre, tuttavia, una gamma più ampia di opzioni per l’editing e permette, inoltre, di realizzare storie condivisibili non solo su tutti social ma anche sul proprio sito grazie al codice di embed.

Un prodotto, questo, molto adatto anche a chi vuole perfezione il proprio personal branding, facendosi conoscere nella Rete nel modo più classico ed efficiente possibile: con una storia.

E’ proprio il caso di dire che un’immagine racconta più di mille parole, non credete?

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS