Il Bayern cade anche a Leverkusen, è allarme per Guardiola [VIDEO]

173
0
CONDIVIDI
Bayer Leverkusen

Doveva essere la settimana dei festeggiamenti, per la conquista del 25° titolo di Bundesliga, e invece si è trasformata per il Bayern Monaco nella settimana più dolorosa della stagione. Prima la sconfitta nella semifinale di Coppa di Germania contro il Borussia Dortmund, poi il nuovo infortunio a Robben che lo terrà fuori fino al termine della stagione e infine la seconda sconfitta in campionato subita a Leverkusen per 2-0. Un debacle più che meritata, vista la grande prova dei rossoneri di casa che con questo vittoria acciuffano momentaneamente il terzo posto in classifica.

Nonostante gli avvertimenti della vigilia urlati a gran voce da Guardiola che chiedeva di non mollare la concentrazione sul campionato, i bavaresi sono scesi alla BayArena con le idee già tutte proiettate alla sfida del Camp Nou di mercoledì sera, con il tecnico spagnolo che ha mandato in campo dal primo minuto l’esordiente terzino Strieder e il rientrante Javi Martinez al centro della difesa, forse l’unica nota lieta della serata. Con Pizarro in avanti a sostituire l’infortunato Lewandowski, tutte le idee della squadra passavano per Mario Gotze, con il centrocampista della nazionale tedesca apparso ancora lontano parente del calciatore straordinario ammirato nelle passate stagioni. Sua la prima occasione della partita al 27′, con il portiere di casa Leno bravo a sventare la minaccia. Da li in poi il Leverkusen ha meritato ampiamente la vittoria, imbrigliando i Campioni di Germania in una morsa di passaggi e ripartenze letali chiuse con il genio di Hakan Calhanoglu che da 22 metri ha trafitto Neuer su calcio di punizione per l’1-0. Il turco si dimostra ancora straordinario su calcio piazzato. Con Gaudino, Strieder e Weiser già in campo, Guardiola decide di far esordire anche un altro ragazzo delle giovanili inserendo al posto di Pizarro il giovanissimo Gortler. A questo punto gli uomini di Schmidt capiscono di poter fare il colpaccio e all’81’ Bellarabi lancia splendidamente Julian Brandt che davanti a Neuer festeggia nel migliore dei modi i suo 19° compleanno siglando la rete del definitivo 2-0.

E’ una sconfitta pesante per il Bayern Monaco, non tanto per le sorti del campionato ma soprattutto in vista della sfida contro il Barcellona, che sempre ieri pomeriggio vinceva per 8-0 contro il Cordoba alzando l’asticella a 105 reti segnate in stagione. Straordinario! Per uscire indenni dal Camp Nou, servirà il cuore e l’esperienza degli uomini migliori, in primis Mario Gotze, il cui talento diventa indispensabile.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS