Il Bayern si mangia lo Shakhtar 7-0, bavaresi ai quarti col record

203
0
CONDIVIDI

Aveva ragione Pep Guardiola ad essere così convinto della forza del suo Bayern, perché i Campioni di Germania si sono mangiati in un sol boccone uno Shakhtar Donetsk non pervenuto, conquistando in scioltezza la qualificazione ai quarti di finale di Champions League. Il 7-0 finale (record eguagliato per i biancorossi in Champions) è il frutto di una gara perfetta da parte di bavaresi che dopo 4′ avevano già segnato il rigore dell’1-0 con Muller e ridotto gli ospiti in 10 per l’espulsione di Kucher. Da li in poi è stato un monologo del Bayern che dopo il primo tempo conduceva solo 2-0 (raddoppio di Boateng) ma che avrebbe potuto segnare almeno 6 reti. Nella ripresa hanno trovato la via del gol Ribery e ancora Muller ma soprattutto Holger Badstuber, che dopo tanta sfortuna negli ultimi anni (doppia rottura dei legamenti del ginocchio) ha segnato la sua prima rete in Champions League tornando al gol dopo oltre cinque anni e fissando il risultato sul 5-0. Le ultime due reti della partita portano la firma di Lewandowski e Goetze che per la seconda volta in questa Champions consentono al Bayern di segnare 7 reti (la prima fu contro la Roma nel girone). Uniche note stonate gli infortuni lievi accorsi a Robben e Ribery, usciti anzitempo dalla partita ma non apparsi particolarmente gravi.

 

 

Bayern Monaco – Shakhtar Donetsk        7-0

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS