Whatsapp Plus e le altre app di terze parti bloccate

264
0
CONDIVIDI

Dopo i preoccupanti fatti accaduti negli scorsi giorni, che hanno visto il blocco temporaneo di alcuni utenti da Whatsapp a causa dell’utilizzo di applicazioni non ufficiali per collegarsi alla piattaforma, oggi arriva la triste conferma del fatto che la società abbia deciso di stringere il pugno nei confronti delle app di terze parti, bloccando di fatto qualsiasi tentativo di connessione da queste.

Ora infatti l’azienda che ha creato la più nota applicazione di messaggistica istantanea ha intimato a tutte le altre app, che fino a poco tempo fa consentivano di sfruttare il servizio con funzioni aggiuntive e grafiche leggermente diverse, di chiudere il servizio ed eliminare ogni link che consenta il download dalla rete. Non solo, i creatori di tali applicazioni si sono visti recapitare delle ingiunzioni Cease & Desist – come ha comunicato lo sviluppatore di Whatsapp Plus, senza dubbio la più apprezzata del genere – che li esortano a sopprimere anche le community presenti su Google+ e sui diversi blog online.

Dunque è ormai giunta la fine ufficiale per tutti questi software di terze parti e la sola e unica applicazione autorizzata a connettersi con la piattaforma sarà Whatsapp. Se siete utenti di altre app vi consigliamo vivamente di disinstallarle e passare a quella ufficiale, in modo da evitare di essere bannati per 24 ore dal servizio.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS