Una Roma spenta non va oltre l’1-1 a Palermo, la Juve può allungare

503
0
CONDIVIDI

Una Roma spenta e priva di sette titolari (tra infortunati, squalificati e acciaccati) fornisce una pessima prestazione allo stadio Renzo Barbera di Palermo. I rosanero entrano in campo con il recuperato Dybala a guidare l’attacco. A fine gara sarà uno dei migliori in campo.

Primo tempo

Parte subito male la Roma di Rudi Garcia. Al secondo minuto di gioco Astori sbaglia un appoggio semplice e regala palla ai giocatori del Palermo. Passaggio in profondità per Dybala che corre indisturbato verso De Sanctis scaraventando la palla in rete. I giallorossi provano a reagire ma lo fanno in modo confuso e mai incisivo. La prima frazione di gioco termina sul risultato di 1-0. Poche le emozioni. Da sottolineare solo uno spunto di Ljajić con palla in profondità per Destro, che però manca l’aggancio a tu per tu con Sorrentino.

Secondo tempo

Tutta un’altra Roma nella ripresa, anche se i limiti tattici sono lampanti. A riaprire il match ci pensa Destro, che appoggia in rete un assist perfetto di testa di Kevin Strootman. Partita di nuovo in parità al minuto 54. Al 60′ miracolo di De Sancits su accelerazione di Dybala, che scatta sulla sinistra bruciando Yanga-Mbiwa. L’argentino calcia però addosso al portiere romanista. Dopo questa occasione il nulla. Tanti cambi per entrambe le formazioni. Totti e Maicon provano a riaccendere le speranze della Roma ma non riesco a incidere.

La Juve può allungare

Vincendo domani contro il Verona allo Juventus Stadium i bianconeri possono portarsi a 5 lunghezze dalla Roma, dando così il via alla prima vera fuga scudetto.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS