Caso Brown: non incriminato il poliziotto, è caos negli USA

241
0
CONDIVIDI

Darren Wilson, il poliziotto che ha ucciso l’afroamericano Michael Brown a Ferguson, in Missouri, non sarà incriminato per insufficienza di prove. Non appena comunicato il verdetto sono scoppiate pesanti rivolte in molte città degli Stati Uniti. Un poliziotto è stato ferito a colpi di arma da fuoco a University City, sobborgo di St. Louis.

La vicenda

Il 9 agosto 2014 il giovane Michael Brown è stato ucciso da Darren Wilson, agente di polizia, con diversi colpi di pistola nonostante il diciottenne fosse disarmato e non direttamente collegato alla segnalazione di rapina arrivata alla polizia. Questo evento ha scatenato le proteste dei cittadini di Ferguson, infuriati con le forze dell’ordine per quanto accaduto.

Usa, a St Louis funerale di Michael Brown

Insufficienza di prove

Il procuratore Robert McCulloch ha comunicato poche ore fa il verdetto del Gran Giurì non incriminando il poliziotto per la morte di Michael Brown. Subito dopo in molte città americane è esplosa la protesta. Un poliziotto è stato ferito da diversi proiettili a University City, sobborgo di St. Louis, vicino alla città di Ferguson. I manifestanti scesi in strada hanno chiuso al traffico il ponte di Brooklyn e quello di Manhattan. Bloccata per ore anche la superstrada 110, che, da Pasadena a Long Beach, attraversa Los Angeles.

Diverse autovetture della polizia sono state date alle fiamme, così come alcuni negozi. I teppisti locali hanno approfittato della tensione per spaccare le vetrine, saccheggiare e minacciare i giornalisti che cercavano di filmarli.

Polizia-di-St.-Louis

Le dichiarazioni del padre

La famiglia della vittima aveva chiesto prima del Gran Giurì 4 minuti e mezzo di silenzio, per ricordare le 4 ore e mezza trascorse prima che il cadavere del loro figlio venisse tolto dalla strada. Dopo il verdetto hanno espresso tutto il loro dolore. Il padre del ragazzo si è devo “devastato” per la decisione presa.

L’appello di Obama

Barack Obama invita tutti alla calma. Il presidente degli Stati Uniti chiede di non strumentalizzare un evento drammatico per commettere atti di violenza. “Manifestate in modo pacifico”, afferma Obama.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS