Nexus 9: ripararlo è davvero difficile

296
0
CONDIVIDI

Presentato e  commercializzato il nuovo Nexus 9 il team di iFixit ha voluto dare un primo sguardo ai componenti interni del tablet Google realizzato da HTC. Da questa prima prova pratica chi ha effetutato la prova è arrivato ad una conclusione interessante: il nuovo dispositivo di BigG è molto difficile da riparare, rispetto anche al suo concorrente Apple, il nuovo iPad Air 2. Va detto che in entrambi i casi è meglio rivolgersi a un tecnico competente visto il voto di riparabilità di 3 punti su 10.

Anche rispetto ai suoi predecessori il Nexus 9 è più difficile da ripara rispetto ai precedenti modelli, il Nexus 7 infatti aveva ottenuto un punteggio di 7 punti su 10, il Nexus 10 invece 6 su 10. Il problema principale nello spontare il nuovo modello di tablet Google è l’enorme quantità di colla utilizzata per assemblare le varie parti, come la batteria da 6700 mAh il display. Secondo quanto spiega iFixit, la batteria con un pò di pazienza può essere rimossa, mentre per rimuovere il display  dal corpo del prodotto è necessaria una fonte di calore. Un’altra parte da maneggiare con delicatezza sono i cavi molto sottili utilizzati per collegare i diversi componenti, la riparazione riparazione è difficile e pericolosa spiega iFixit.

La parte posteriore di plastica del nuovo Nexus 9 a prima vista è facile da rimuovere, invece non è così, sollevandola rischiamo di scollegare la fotocamera posteriore dalla scheda madre, un danno abbastanza importante. Dopo questa prima analisi potremmo essere scoraggiati dall’acquistare il Nexus 9 scegliendo magari il nuovo iPad Air 2, ma al di la di questo non penso che il primo pensiero nel comprare un tablet sia la sua riparabiltà, sono altre le caratteristiche che vanno considerate in un dispositivo portatile.

Ecco infine il video dove viene presentato lo smontaggio del nuovo tablet Google:

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS