Russia: Cook gay? Rimosso il monumento a Steve Jobs

367
0
CONDIVIDI

Scorsa settimana il CEO di Apple, Tim Cook, ha deciso di rivelare al mondo la sua omosessualità, ricevendo un consenso generale dall’opinione pubblica. Un coming out molto coraggioso, vista la carica, ma che, nonostante tutto il mondo del web abbia dato l’appoggio al CEO, qualcuno non ha accolto con entusiasmo.

In onore dell’ex CEO di Apple, Steve Jobs, scomparso poco più di tre anni fa, era stato inserito nel cortile dell’Università ITMO a San Pietroburgo, un monumento. Quest’ultimo consisteva in un grande “iPhone” con tanto di schermo touch, che offriva la possibilità di scorrere tra la biografia di Jobs, tra alcune foto, video, ecc.

Però, dopo l’annuncio di Tim Cook, tale monumento è stato rimosso. Il motivo sembrerebbe proprio l’omosessualità di Cook. In Russia è infatti vietata la propaganda gay, che potrebbe scaturire dal monumento a Jobs. Probabilmente la domanda che vi state ponendo è quella che si è fatta tutto il web, che ha reagito con diverse proteste. Sicuramente una mossa non onorevole e che segna l’arretratezza mentale della Russia, se vogliamo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS