Guardiola: “Non sottovalutiamo il Münster… Javi Martinez? Serve un sostituto”

74
0
CONDIVIDI

 

Una conferenza stampa piena di spunti quella di Joseph Guardiola. Il suo Bayern si appresta ad affrontare il Münster, club di terza divisione, in Coppa di Germania, ma il tecnico non vuole che venga sottovalutato l’avversario: “Negli ultimi anni è capitato a diverse squadre di inciampare contro il Münster e oltretutto noi non abbiamo i giocatori in forma ottimale. Ecco perché sarà un impegno difficile e dovremo analizzare molto bene i nostri avversari. Sotto questo punto di vista abbiamo fatto un buon lavoro, siamo preparati ad affrontarli e sappiamo tutto di loro. In Coppa può sempre accadere di tutto, lo abbiamo visto con il Mainz ieri. Avevano molti giocatori infortunati e altri ancora in ritardo con la preparazione. Il fisico conta, però è importante anche la testa. Al momento tutti hanno bisogno di tempo, lo abbiamo visto nell’ultima partita (contro il Borussia Dortmund, ndr) che non siamo stati bravi. Nel giro di un mese staremo meglio, la nostra unica possibilità è quella di vincere le partite”.

Inevitabile poi parlare dell’infortunio di Javi Martinez, tema peraltro affrontato anche in mattinata dal direttore tecnico del club bavarese Michael Reschke ai microfoni di sport1.de: “È evidente che abbiamo bisogno di fare qualcosa sul mercato”. Della stessa idea anche Guardiola: “Era arrivato a raggiungere una forma eccezionale e con lui potevamo usare diversi sistemi di gioco. Ci mancherà moltissimo e gli auguro una pronta guarigione. Abbiamo bisogno di qualcuno che lo sostituisca, anche perché Javi poteva giocare in molte posizioni: nel suo ruolo per ora abbiamo solo Jerome, ma non possiamo pensare che possa scendere in campo in tutte le gare della stagione. Ci sono tanti candidati, analizzeremo chi potrà essere ideale per il nostro gioco. Abbiamo 15 giorni di tempo per decidere. Gonzalo Castro? Non sono io a scegliere, ci sono dei dirigenti che curano queste situazioni. Io posso dare delle indicazioni: deve essere veloce, forte nel gioco aereo, che sappia usare il destro e il sinistro, intelligente e a poco prezzo. Questo è il mio sogno, ma è chiaro che a pochi giorni dalla scadenza del mercato sia impossibile”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS