WeChat: Governo Cinese ne limita l’utilizzo

792
0
CONDIVIDI

Il Governo cinese continua ad attuare una politica (per alcuni versi condivisibile) rivolta a mantenere sotto stretta sorveglianza e completamente il flusso dei dati che circola tramite Internet. Non vengono risparmiati i (pochi) portali di social networking accessibili dal territorio cinese, i servizi di messaggistica istantanea e di condivisione di informazioni che sfruttano la connessione Web.

Nell’edizione di ieri del New York Times, è riportato che da qualche giorno le autorità cinesi esigono l’uso di nomi reali al momento della registrazione dei conti pubblici (simile a una politica Google+ che permette una sola volta la registrazione). Inoltre, gli utenti devono firmare un contratto rigoroso progettato per aiutare la polizia in fase di ricerca delle informazioni, e di far desistere anche le pubblicazioni di notizie di politica o di attualità senza l’autorizzazione governativa.

A farne le spese, almeno in questa fase iniziale, è il popolare servizio di messaggistica per smartphone cinese WeChat, che conta quasi 400 milioni di utenti attivi di cui molti sono cinesi. Il New York Times cita, in una dichiarazione Tencent, che lo sviluppatore ha costruito il sistema di messaggistica per prevenire la diffusione e l’occultamento dei metadati anche all’autorità governativa. Già è iniziata un’azione legale contro la “violazione del copyright, molestie, spam o altro che infrange la legge e le politiche nazionali e della morale sociale.'”

In che modo la Cina prevede di imporre le sue regole rimane un mistero, modificare un sistema ormai ben radicato è molto complesso e costoso. “Dobbiamo soddisfare il governo e dare risposte che tranquillizzino l’opinione pubblica” dichiara un dipendente che ha preferito restare anonimo che collabora con una società di social media in Cina. Di sicuro “l’oppressione” del governo cinese è molto forte, ma d’altro canto il controllo dei dati potrebbe prevenire abusi o cooperazioni terroristiche. Cosa ne pensate?

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS