Batterie più durature? Sì, grazie alla pipì

802
0
CONDIVIDI

Le batterie durano sempre di meno? Il vostro smartphone non vi fa arrivare tranquilli a fine giornata con una sola ricarica? Niente paura. In futuro le cose miglioreranno grazie alla pipì. Sì, avete capito bene. I ricercatori del BioEnergy Team di Bristol hanno già messo a punto la prima batteria alimentata ad urina. Stanno lavorando ancora su questa nuova tecnica di ricarica ma i primi risultati sono più che positivi.

Hanno visto che collegando vari moduli cilindrici delle dimensioni di una sigaretta ad un orinatoio si riesce a generare più corrente elettrica rispetto a quando si utilizzano altre tipologie di biomasse, come rifiuti alimentari, erba tagliata o insetti morti. Stanno lavorando anche con le feci ma l’alta concentrazione di carbonio organico complica un po’ le operazioni di sviluppo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS