Crollano i profitti dei chip Samsung, dopo l’abbandono di Apple

983
1
CONDIVIDI

Non sono serviti prodotti particolari o mosse di marketing brillanti, ad Apple è bastato abbandonare la divisione chip di Samsung per far crollare uno dei più importanti business della società sudcoreana, che ora si ritrova con l’acqua alla gola.

Samsung è una azienda dalle infinite risorse, che non opera solamente nel mondo dell’informatica e tecnologia, ma anche in quello degli elettrodomestici e molti altri che in pochi conoscono, ma quello dei chip è stata una delle divisioni su cui ha investito di più negli ultimi anni, anche se ora sembrerebbero stati solamente sforzi sprecati.

Le conferme arrivano direttamente dai dirigenti della società. A parlare al Wall Street Journal è Robert Yi, responsabile Samsung delle relazioni con gli investitori:

“Le vendite e la redditività di System LSI è peggiorata a causa del continuo declino della domanda da parte dei principali clienti”.

Si prevedono perdite anche per i prossimi trimestri, quantificabili per 877 miliardi di won, contro il profitto di 203 miliardi di won del 2013 e ben mille miliardi di won nel 2012. Numeri da capogiro che sottolineano la situazione critica della divisione di Samsung.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS
  • vegeta nexus 4

    Apperò… Non pensavo che Apple pesasse così tanto per questa divisione di Samsung…