Quando è nato il wireless?

819
0
CONDIVIDI

L’inventore della comunicazione senza fili è l’italiano Guglielmo Marconi, che grazie ai suoi studi ed esperimenti ci permette oggi di utilizzare strumenti di comunicazione come la radio, la televisione e il wifi. Ma per risalire alla nascita del wireless, dobbiamo tornare indietro di quasi 150 anni.

Marconi cominciò gli esperimenti sulla comunicazione senza fili appena a 20 anni lavorando da autodidatta. Il suo primo esperimento di successo gli consentì di far trillare un campanello premendo un tasto telegrafico dall’altra parte della stanza. Incoraggiato dal risultato positivo, Marconi proseguì i suoi esperimenti all’aperto, utilizzando un ricevitore ed un trasmettitore di segnali dell’alfabeto Morse.  Marconi trasmise il segnale corrispondente alla lettera S al trasmettitore, al dì là della collina dietro la sua residenza (Villa Griffone), dove vi era il suo assistente Mignani.

Per segnalare la buona riuscita dell’esperimento, Mignani sparò in aria un colpo di fucile. Era l’8 dicembre 1895 e questo giorno viene considerato la data di nascita del wireless.

Marconi, inseguito, ottenne un grande successo mondiale che gli valse il Premio Nobel per la fisica nel 1909. Tuttavia questo geniale inventore viene poco ricordato da noi italiani. Forse a causa dell’adesione al fascismo negli utimi anni della sua vita, cosa che gettò un’ombra sulla sua persona, o forse perchè in Italia preferiamo ricordare i fallimenti piuttosto che i successi?

fonte | Wikipedia

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS