Bose vs Beats, è guerra di brevetti

832
0
CONDIVIDI

Attenuata la guerra fra Apple e Samsung, inizia una nuova diatriba fra due aziende fondamentali per il settore in cui operano, quello degli headphones, che vede una società storica come Bose contro una novellina come Beats, da poco acquisita proprio dalla mela di Cupertino. Il motivo è sempre lo stesso, ovvero i brevetti. Ad accusare è Bose, che sostiene di essere stata derubata di brevetti relativi a tecnologie per la sopressione del rumore, che Beats avrebbe utilizzato per creare prodotti, tutt’ora in commercio, per le quali non aveva autorizzazioni. L’annuncio dell’inizio della protesta, e successivamente di un richiamo formale attraverso un attacco legale, è partito dall’account Twitter della CNBC, notizie ripresa e approfondita poi da altri siti americani.

Le accuse dei legali di Bose sono molto secche e particolarmente incalzanti, poiché 50 anni di ricerca, sviluppo ed ingegnerizzazione nel settore sarebbero stati distrutti, i quali hanno portato a prodotti moderni utilizzati e amati in tutto il mondo, soprattutto quelli targati Bose, che ad oggi si pongono in cima alle classifiche di soddisfazione da parte degli utenti. Sarebbero almeno 36 i brevetti violati da prodotti come la line Beats Studio tra cui le nuove Studio Wireless Bluetooth.

Il successo di Bose è anche dato dalle partnership che ha sviluppato nel corso della sua gloriosa storia. Infatti, ad oggi, le tecnologie Bose non sono solo utilizzate dagli amanti della musica, ma anche per scopi militari e nell’industria aerospaziale. Molto nota la collaborazione con la NASA, che le utilizza per i viaggi nello spazio, oltre ad alcune compagnie aeree che le inseriscono come accessorio per la riproduzione audio in business class. La storia di Beats, d’altro canto, è basata sul design moderno e giovanile, oltre che su un enorme lavoro di marketing, basato sul logo e figure importanti del mondo dello sport e spettacolo.

Questi, però, sono solo dettagli per una guerra legale che potrebbe proseguire per i prossimi mesi, che sembra avere le sembianze di quella fra Apple e Samsung. Per uno sfortunato caso, Apple rientra in questa nuova diatriba, essendo proprietaria di Beats da pochi mesi. Le richieste di Bose si baseranno sulla richiesta di un’ingiunzione che possa impedire a Beats la vendita dei prodotti contenenti questo tipo di brevetto, a detta dei legali dell’accusa praticamente tutti i modelli. Il problema, quasi simile ad una telenovela, si presenta nel momento in cui Apple e Bose sono in partnership per molti prodotti dedicati ad iPhone e iPad, che la stessa Apple vende nel suo sito ufficiale.

Nei prossimi mesi sapremo sicuramente come procederà la questione, ma crediamo che, grazie ad una vicinanza fra le tre società, Apple, Beats e Bose, possa essere trattata in privato.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS