Nuovi problemi per YouTube Music Pass

613
0
CONDIVIDI

Come un tunnel di cui non si intravede la fine così il lancio del servizio a pagamento di musica in streaming YouTube Music Pass è ancora avvolto dai problemi. Stavolta la causa è il product manager Chris LaRosa che annuncia di voler abbandonare il progetto di Google per occuparsi di una startup. Ma come è possibile proprio una figura essenziale lasci un progetto epocale come YouTube Music Pass? Stiamo parlando del principale concorrente (se lanciato) di Spotify o iTunes.Segnale forse che qualcosa in “Big G” è andato storto visto anche il precedente abbandono di Nikhil Chandok, altro product manager. Il progetto, ora in mancanza di un successore, è in serio pericolo.

You_Tube_music_pass_demo

Il motivo sembra tuttavia essere chiaro e legato al settore economico: Google non sa decidersi su cosa offrire agli utenti per differenziare servizio base e servizio a pagamento. Infatti mentre il servizio di streaming YouTube è tecnicamente già pronto lo stesso non si può dire per i contenuti remunerativi. Le case discografiche sono già sul piede di guerra per limitare il più possibile i contenuti offerti gratuitamente da Google e strappargli la percentuale più alta sul copyright del materiale. In una tale rappresaglia le etichette indipendenti, sentendosi svalutate dalle offerte di Google, hanno rifiutato di unirsi a YouTube Music Pass se non alle loro condizioni. Questo ha creato una lotta in cui ognuno porta avanti la sua -inconciliabile- idea su come dovrebbe essere differenziato servizio base e servizio a pagamento. Che ne sarà, però, del servizio YouTube Music Pass in questo vortice di interessi? Commentate, la vostra opinione è importante per noi.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS