Galileo non disse mai “E pur si muove!”

196
0
CONDIVIDI

Secondo la tradizione Galileo Galilei al termine dell’abiura dell’eliocentrismo al tribunale dell’Inquisizione pronunciò sottovoce la famosa frase “E pur si muove!” La nota espressione si riferisce alla Terra, che in quel periodo si credeva fosse al centro del Sistema Solare e che il Sole le ruotasse intorno. Tuttavia Galileo nella sua opera Dialogo sopra i due massimo sistemi del mondo (1632) sostenva che il Sole fosse al centro dell’Universo e il nostro pianeta a giravi attorno, cosa incopepibile per l’epoca, tanto da far finire il noto scienziato al tribunale dell’Inquisizione.

Galileo fu costretto a rimangiarsi la sua teoria dell’eliocentrismo, ma in un ultimo tentativo di affermare le sue convizioni egli pronunciò sottovoce la celeberrima frase. In realtà egli non disse mai una cosa simile, ma la frase venne ugualmente attribuita a lui. Come mai?

Il padre di questa frase è in realtà lo scrittore  italiano Giuseppe Baretti, che,  in un’antologia pubblicata a Londra nel 1757, aveva ricostruito l’intera vicenda. Probabilmete Baretti decise di attribuire questa frase al famoso scienziato per dargli  un atteggiamento più temerario e per difendere la sua dignità.

L’espressione viene utilizzata ancora oggi, soprattutto nel linguaggio giornalistico, per esprime un dubbio, che persiste nonostante le rassicurazioni dell’interolocutore.

fonte | Wikipedia

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS