Mega viene bloccato in Italia

580
0
CONDIVIDI

Se ne siete utilizzatori abituali, avrete notato come non sia più possibile accedere a Mega, sito per “l’archiviazione cloud” successore di Megaupload. Infatti, nei giorni scorsi, il Tribunale di Roma, ha oscurato il sito assieme ad altri 23, a causa della presenza di materiale protetto da copyright. A confermare il tutto è Fulvio Sarzana, avvocato specializzato in diritto d’autore che si è occupato del caso:

Il Giudice delle Indagini preliminari di Roma Costantino de Robbio, su richiesta della locale procura, ha disposto il 14 luglio scorso il sequestro preventivo di 25 portali internazionali, in massima parte cyberlocker, per violazione della legge sul diritto d’autore, affidandone l’esecuzione alla polizia postale di Roma.
Il titolo di reato è l’art 171 ter, comma 2 della legge sul diritto d’autore.

L’oscuramento (ricordiamo, solo in Italia) è stato principalmente portato a termine dopo la segnalazione di un piccolo distributore italiano, che ha segnalato la presenza di due film sul sito, presenza illegale. A partire da ciò è iniziata l’operazione Eye Moon, che ha bloccato i seguenti siti:

  • mega.co.nz
  • mail.ru
  • cineblog01.net
  • cineblog01.tv
  • ddlstorage.com
  • divxstage.eu
  • easybytez.com
  • filminstreaming.eu
  • filmstream.info
  • firedrive.com
  • movshare.sx
  • nowdownload.ag
  • nowdownload.sx
  • nowvideo.sx
  • piratestreaming.net
  • primeshare.tv
  • putlocker.com
  • rapidvideo.tv
  • sockshare.com
  • uploadable.ch
  • uploadinc.com
  • video.tt
  • videopremium.me
  • youwatch.org

In poche parole, gli italiani non possono accedere a Mega, nonostante ci siano metodi alternativi, ma stando alle parole della direzione del sito, l’oscuramento potrebbe essere momentaneo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS