iTunes: Apple riduce la durata dell’anteprima di alcune canzoni

547
0
CONDIVIDI

Nel 2010, Apple ha esteso da 30 a 90 secondi la durata della anteprima di tutti i brani della durata minima di 2 minuti e 30 secondi, per dare agli utenti la possibilità di ascoltare una buona porzione della canzone prima di effettuarne l’acquisto. A quanto pare nelle ultime ore, le preview di alcune di queste canzoni, tra le quali compiano molti brani popolari, sono ritornate alla durata di 30 secondi, fenomeno che si è verificato sia sulla versione mobile sia desktop di iTunes.

Per citare un esempio, le anteprime di tutte le canzoni del nuovo album di Sia sono caratterizzate da una durata di soli 30 secondi, nonostante queste siano più lunghe di 2 minuti e 30 secondi, lunghezza che secondo la politica adottata 4 anni fa dovrebbe possedere una preview di 90 secondi. Ciò che si sta registrando su iTunes nelle ultime ore, potrebbe essere solamente un errore o un bug di sistema del software musicale, ma Sia non è l’unico caso che è stato riferito. Infatti, pare che anche l’intera discografia dei Coldplay abbia subito la stessa fine, vedendosi ridotta la durata delle anteprime a 30 secondi, quando queste sono sempre state di 90. Anche alcuni utenti del forum di MacRumors, hanno riferito che molte delle preview delle canzoni, che stavano ascoltando solo qualche ora prima, sono state ridotte nel medesimo modo. Questo ha destato reclami da parte di numerosi utenti Apple su Twitter:

“Solo poche ore fa erano tutte di 90 secondi! Se vi ricordate, Apple aveva fatto un grande affare andando ad aumentare la durata delle anteprime dei brani, mentre ora molte canzoni stanno tornando alle durate originali. La maggior parte dei dischi presenti su iTunes stanno subendo la stessa fine.

30secondpreviews Sebbene la maggior parte delle canzoni del momento sembrano essere state limitate a 30 secondi, ci sono comunque alcune eccezioni. Alcuni album continuano ad offrire 90 secondi di anteprima, come fanno i brani presenti su Apple Top Charts. Un esempio è “Leela James” con la canzone “Fall for You”, e questo suggerisce che la riduzione della durata possa essere stata limitata a soli certi artisti o etichette, probabilmente i più famosi del momento.

Bisogna anche ricordare che quando Apple ha eseguito il primo passaggio da 30 a 90 secondi, alcuni brani non sono subito stati convertiti ma avevano subito dei ritardi, a causa di accordi di licenza con le case discografiche. Non è chiaro se in questo momento si stia verificando lo stesso problema o se si tratti solamente di bug tecnico o se sia un vero e proprio cambiamento permanente.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS