Adobe CC ha vinto sulla pirateria

790
1
CONDIVIDI

Già da diverso tempo il mondo dei software a pagamento ha subito dei cambiamenti rispetto al passato. Uno di questi è quello degli abbonamenti, dove l’esempio migliore è sicuramente la Creative Cloud di Adobe. Se prima tutti i programmi della suite erano disponibili singolarmente ed acquistabili a cifre abbastanza elevate, dall’anno scorso, Adobe ci offre i suoi programmi con un abbonamento mensile abbordabile. Potremmo elencare migliaia di ragioni a favore e contro, ma ci limiteremo solo a dare una notizia molto importante.

I programmi della ex Creative Suite di Adobe sono da sempre i più piratati, soprattutto Photoshop, ma con la nuova CC sembra che le cose stiano iniziando a cambiare. Fabio Sambugaro, vice presidente responsabile di Brasile ed America Latina, ha dichiarato in una intervista alla BNAmericas, che dal lancio della Creative Cloud, la pirateria dei software Adobe ha avuto un “crollo”. Probabilmente tale crollo è dato dal fatto che con meno di 50€ al mese potremo avere tutti i software a nostra disposizione e sempre aggiornati. Sicuramente un metodo che sembra funzionare quello di Adobe, sotto tutti i punti di vista.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS
  • Beh prima costavano 1000 € l’uno D:
    Stessa cosa vale per Office :)