Intervista a Wozniak: Jobs era terribile al lavoro

811
0
CONDIVIDI

Steve Wozniak, co-fondatore di Apple, ha recentemente rilasciato un’intervista dove parla del ruolo di Steve Jobs nell’azienda e del suo rapporto con i dipendenti. Non sono certo mancate le critiche da parte di Wozniak che più volte nell’intervista si è lamentato di come Jobs si rapportava con i dipendenti descrivendolo come un’uomo irascibile, arrogante e molto scostante ma allo stesso tempo una persona che apprezzava i buoni lavoratori. Wozniak ha voluto comunque sottolineare che nei suoi ultimi anni, Jobs, era molto cambiato diventando una persona più amabile e un vero simbolo per l’umanità. Un simbolo che tuttavia, a dire di Woz, altro non era che la facciata di Apple.

1348954053_steve-jobs-and-wozniak-1977_1024x796_91966-614x477

Il compito di Jobs infatti sarebbe stato quello di modellare il prodotto finale e renderlo più appetibile possibile al pubblico: in pratica “solamente” il volto e la pubblicità dell’azienda californiana. In realtà erano i brillanti ingegneri, compreso Wozniak, che davano vita agli incredibili dispositivi Apple. Woz racconta anche suo rapporto personale con Jobs spiegando che prima di Apple i due erano buoni amici ma dopo la nascita della Apple le cose sono precipitate. Jobs diventò una persona insopportabile sul lavoro e fortemente litigiosa sia con i dipendenti che con i vecchi amici che lavoravano nell’azienda. Per questo motivo molti ingegneri se ne sarebbero andati e molti altri minacciavano di non lavorare più con Apple se Jobs non fosse andato via. Forse questo -oltre alle sue pessime condizioni di salute- contribuì all’allontanamento di Steve Jobs da guida dalla sua Apple il 24 agosto 2011.

339

Un retroscena non troppo incredibile se pensiamo ad un’uomo creativo e maniacale nella cura del dettaglio quale era Jobs, un visionario che -per necessità- doveva pretendere il massimo per vedere realizzate le sue idee e sicuramente era schiacciato da non poche responsabilità. Potremmo considerare il suo isolamento, la sua scontrosità, come la croce di ogni genio. Inoltre è facile parlare di chi non può ribattere penseranno alcuni. Beh, certi segreti non sono facili da svelare e certi confini non sono facili da marcare. Che Jobs sia stata solo la facciata di Apple? Può darsi che non abbia fatto lui il tutto lavoro sporco ma sicuramente è lui il luminario che ha dato vita a tutto da una piccolissima idea.

E voi che ne pensate del racconto di Woz? Dite la vostra nei commenti qui sotto.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS