Rob Pardo lascia Blizzard dopo 17 anni

514
0
CONDIVIDI

Blizzard Entertainment perde un pezzo della sua storia: Rob Pardo, Chief Creative Officer della società ha infatti recentemente annunciato, tramite una lunga lettera pubblicata sul forum ufficiale, le sue dimissioni, dopo 17 anni di lavoro. Sebbene non siano ben chiari i motivi di tale scelta, l’ex-CCO sembra molto ottimista per il suo futuro. Durante la sua carriera Pardo, oltre ad aver rappresentato la società in diversi eventi pubblici e conferenze del settore,  ha ricoperto il ruolo di vice-presidente esecutivo del game design ed è entrato nel 2006 nella lista delle 100 persone più influenti secondo il Time per il ruolo come lead designer per World of Warcraft.

Ecco quanto dichiarato da Rob Pardo in merito alle sue dimissioni:

Ogni fine è un inizio e oggi è un nuovo inizio per me

Dopo 17 anni alla Blizzard, dopo una lunga e attenta meditazione, ho preso una difficile e amara, ma eccitante decisione per inseguire il prossimo capitolo della mia vita e della mia carriera.

Prima che entrassi in Blizzard, ero già un grande fan dell’azienda e dei suoi giochi. In particolare, ero estremamente appassionato del genere emergente dei giochi di strategia in tempo reale. Era un sogno che diventava realtà quando ebbi l’opportunità di lavorare su StarCraft, che a quel tempo era stato creato da un piccolo team di sviluppatori, rispetto agli standard attuali. E’ stato tremendamente appagante conoscere personalmente il team e unire le nostre forze per un obbiettivo comune in un ambiente creativo e coinvolgente.

Blizzard Entertainment è stato semplicemente il miglior posto al mondo dove essere una game designer. Il migliore aspetto del progettare un gioco alla Blizzard è che l’intera azienda si appassiona al gameplay di ogni prodotto. Dal team esecutivo al servizio clienti, ogni singolo individuo è un giocatore e contribuisce a rendere il gioco il migliore possibile. E’ per questo motivo che la prima voce nei “titoli di coda” di ogni gioco Blizzard è “Game Design by Blizzard Entertainment”.

Sono veramente fiero del contributo che sono stato in grado di dare ai traguardi di Blizzard. Dal creare giochi duraturi, al supportare la crescita di eSports, al trasformare il mondo di Warcraft in un film, e naturalmente all’essere in grado di celebrare le nostre passioni comuni con la community online di Blizzard e al BlizzCon.

La communitydi Blizzard è in fin dei conti il motivo per il quale noi veniamo a lavoro ogni giorno e per il quale mettiamo la nostra anima inn ogni mondo ed esperienza che creiamo. I giocatori di Blizzard sono i più appassionati del mondo e il vostro impegno e la vostra dedizione è una cosa fantastica da osservare. Creare l’intrattenimento per voi è stata un’opportunità incredibile, e sono sicuro che continuerete a crescere e diventare ancora più forte come comunità negli anni avvenire.E’ stato così significativo sul livello personale aiutare a creare gioia per tutti voi.

Attendo con impazienza nuove sfide nella mia carriera, ma apprezzerò sempre il tempo speso con tutti voi e con i fantastici e collaborativi teams alla Blizzard. E’ stato sia soddisfacente che umiliante, ma mi ha reso un migliore sviluppatore e una migliore persona. Non vedo l’ora di giocare ai titoli Blizzard come giocatori negli anni avvenire. Cosa più importante, ora avrò un sacco di tempo a disposizione per imparare come creare un mazzo competitivo a Hearthstone.

Quanto a quello che farò prossimamente, non ho ancora un risposta per voi…ma ci sarà “quando è pronto”. La mie priorità sono godermi l’estate con la mia famiglia, giocare ad un sacco di giochi e pensare a cosa fare in futuro. L’industria videoludica sta vivendo un momento eccitatante,c on il gaming su PC fiorente, le nuove console, giochi su mobile, e la realtà virtuale che sta diventando realtà. E’ come avere un quest log vuoto e andare in nuova zona per la prima volta.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS