L’app Photo per OS X riprenderà le funzioni di editing di iOS 8

791
0
CONDIVIDI

Come già vi avevamo accennato nel nostro precedente articolo, nel quale vi avevamo mostrato la build presentata da Apple al WWDC di giugno, la nuova app Photo per OS X sarà disponibile a partire dal anno prossimo andrà sicuramente a sostituire iPhoto e Aperture. Questa notizia ha destato non poche lamentele da parte di tutte quelle persone che utilizzano una di queste applicazioni, non solo per svago, ma a livello professionale, portandoli ad affermare che la Mela abbia smesso di preoccuparsi degli interessi degli utenti di livello avanzato.

Per sedare le critiche degli utenti, Apple ha rilasciato una dichiarazione ad ArsTechnica, asserendo che Photo per OS X manterrà tutte le caratteristiche professionali per gli utenti di livello pro, ma in quale modo saranno conservate? Alla domanda la compagnia di Cupertino è restata abbastanza sul vago, riferendo che la nuova app per l’editing fotografico sarà caratterizzata da un supporto per i plugin di terze parti, di ricerca nella libreria e di editing avanzato.

Il team di 9to5mac ha testato alcune delle funzionalità di Photo per cercare di illustrare meglio queste sue caratteristiche. Il primo sguardo è stato rivolto ai trucchi di editing di base, cioè il colore, l’illuminazione e le rettifiche. E da come potete vedere nelle immagini non vi è stato aggiunto nulla di innovativo, e la scelta degli strumenti di editing rispecchia ciò che è già presente su iOS 8, insomma nulla di impressionante.

Basti pensare che la foto più impressionante è stata recuperata dal sito ufficiale di Apple:

newphotos

Da quello che è stato mostrato di sicuro non saranno diminuite le incertezze degli utenti di livello pro, che sicuramente sono stati abituati ad utilizzare strumenti avanzati per l’editing delle immagini. Infatti anche se Apple sembra intenta a voler sostenere questo gruppi di professionisti, con l’inserimento di elementi come la “ricerca nella libreria”, è molto probabile che questa insistenza della società statunitense di creare un’esperienza unificata per tutte le piattaforme, possa trasformarsi in una catastrofe in tutte le parti, smuovendo il malcontento generale.

E’ anche vero che Photo è ancora in piena fase di sviluppo, ed è possibile che gli screenshot mostrati ora possano differire non di poco da quello che sarà il risultato finale del prossimo anno. Sulla pagina web ufficiale di Aperture, è stato possibile mettere a confronto le due applicazione, e questo ha rivelato che molte delle caratteristiche di Aperture non sono, per ora, incluse nel nuovo software, in particolare la sezione “regolazioni dell’immagine”.

Ciò che però più colpisce è che ad essere delusi da questo rimpiazzo, non troviamo solo gli utenti pro, ma anche tutti gli altri. Per quanto riguarda la sostituzione dei due software fotografici con Photo, ormai sembra una certezza, infatti non ci sono i presupposti per vedere un aggiornamento imminente di iPhoto e Aperture con la funzionalità di iCloud Photo Library di Apple in iOS 8. Di conseguenza quelli che passeranno al versione base di iCloud Photo Stream di Photo perderanno la capacità di sincronizzare in modalità wireless le foto tra Mac e iOS, finche Photo non approderà con il supporto per tale funzione.

Piaccia o non piaccia, Apple è decisa a stravolgere con grossi cambiamenti la sua linea di editing fotografico, e da ciò che abbiamo potuto vedere, è molto probabile che vedremo molte persone abbandonare questa piattaforma a meno che nella build finale verranno inserite novità interessanti.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS