Acer Iconia A1-830: la recensione

1646
0
CONDIVIDI

Abbiamo avuto la possibilità di provare il nuovo dispositivo della linea Iconia prodotta da Acer presentato in Gennaio con il nome di A1-830. Come qualcuno di voi avrà magari intuito, questo tablet è il successore di Iconia A1-810 rispetto al quale si differenzia per un design più rifinito ed un hardware leggermente rivisto che ha comportato oltretutto il passaggio da SoC Mediateck ad Intel. Ciò che rimane costante è l’ispirazione presa dall’iPad Mini di Apple con il quale ha in comune soprattutto il form-factor dello schermo. Questo dispositivo si situa però nella fascia bassa di mercato dove comunque riesce a brillare rispetto ai concorrenti grazie ad una maggiore cura posta in alcuni dettagli come la back cover e la cornice metallica che contribuiscono a rendere il dispositivo Acer una proposta da tenere in debita considerazione.

Design

Partiamo dalle dimensioni che fanno registrare 203mm in altezza, 138.4mm in larghezza ed uno spessore di 8,15mm che permettono al tablet Acer di essere comodamente tenuto con una sola mano grazie anche al peso limitato a 380grammi che lo rendono maneggevole in quasi ogni situazione. A fare la differenza in questa fascia di mercato è però certamente la scocca posteriore in lega di alluminio che conferisce ad Iconia A1-830 un aspetto robusto e sicuramente più pregiato di quanto prezzo e display vorrebbero far intendere.

Hardware

Rispetto al suo predessore equipaggiato MediaTeck, il nuovo Iconia si propone con un SoC Intel Atom Cover Trail dual-core (con 4 thread) Z2560 a 1,6Ghz affiancato dalla GPU PowerVR SGX 544MP2 e da 1Gb di Ram. Il dispositivo è dotato di 16Gb di memoria interna espandibile grazie alla presenza della porta per la scheda SD e non mancano certamente i più comuni sensori come il GPS e Bluetooth 3.0. Ovviamente presente anche la connessione Wi/Fi 802.11b/g/n che però è limitata alla sola banda dei 2.4Ghz, risultando tuttavia sufficientemente veloce. Sul lato superiore troviamo la porta per la connessione Micro-USB, jack per le cuffie da 3,5mm e microfono di sistema mentre sul retro sono presenti due speaker che, pur offrendo un suono leggermente metallico e bassi deboli, sono nel complesso sufficienti per le esigenze dell’utente medio. Per quanto riguarda la batteria, A1-830 è dotato di un’unità da 4000mAh che durante la prova mi ha sempre permesso di arrivare a fine giornata con un utilizzo medio/intenso mentre se usato in maniera più blanda (utilizzo da divano con web/e-mail/e-book) è riuscito a passare senza troppo difficoltà le due giornate senza bisogno di ricariche. Lasciandolo molto in standby invece potrete sorpassare abbondantemente la settimana.

Display

Come fatto notare in precedenza, il particolare che distingue maggiormente A1-830 è il display IPS con form factor di 4:3 in controtendenza rispetto a quanto generalmente proposto dai concorrenti che predilogono gli ormai classici rapporti 16:9 o 16:10. La diagonale è di 7.9 pollici, la calibrazione dei colori è gradevole e lo schermo offre una buona luminosità in ogni situazione di utilizzo anche se è da segnalare la mancanza del sensore di luminosità. Angoli di visione decisamente buoni come anche la reattività grazie alla tecnologia “Zero Air Gap” utilizzata da Acer per ridurre la distanza tra la superficie touch ed il display. Ciò su cui si è evidentemente scesi a compromessi è invece la risoluzione offerta dallo schermo che si limita a 1024×768 pixel equivalenti ad densità di 162px per pollice. Questo dato è certamente uno scalino sotto rispetto agli attuali standard dei tablet -anche di questa fascia di mercato- e si è dimostrato durante la prova il vero tallone d’Achille del dispositivo.

Acerr A1-830

Multimedialità

La fotocamera posteriore da 5Megapixel non fa certamente gridare al miracolo (sopratutto quando la luce scarseggia) ma come ormai è risaputo, i tablet non sono lo strumento adatto per catturare foto di un certo livello. Stesso discorso va fatto anche per quella anteriore da 2Mpx che comunque risulta utile in caso di videochiamate con Skype o simili.

Jpeg

Software e Prestazioni

Il tablet Acer esce dalla fabbrica con installato Android 4.2.2 Jelly Beam (che la casa dovrebbe aggiornare a KitKat nel breve periodo) con  interfaccia praticamente stock e l’aggiunta di alcune applicazioni proprietarie oltre all’intera suite Amazon ed al sempre comodo Astro File Manager. A queste sono purtroppo affincate una serie di app non esattamente imprescindibili come 7digital Music store e Agoda hotel-booking. Durante il normale utilizzo non sono da segnalare particolari rallentamenti o lag ed anzi l’esperienza risulta per la maggior parte del tempo molto smooth a meno che non si tengano in background troppo applicazioni aperte.

Iconia A1-830 è in grado di visualizzare praticamente tutti i formati video -MKV compresi- senza difficoltà grazie alle prestazioni offerte dal processore Intel, la navigazione web è generalmente buona ma l’ambito nel quale si apprezza maggiormente il nuovo nato di casa Acer è la lettura degli e-book che risulta molto comoda grazie al form factor 4:3 anche se una risoluzione più elevata avrebbe certamente reso maggiore giustizia ad immagini e caratteri di testo. Se la cava inaspettatamente bene anche in ambito gaming dove, complice la risoluzione limitata dello schermo che permette a processore Intel e GPU di non andare troppo in affanno, offre un buon framerate ed in generale prestazioni che raggiungono la sufficienza. Durante l’utilizzo ‘intenso’ è da segnalare un leggero riscaldamento nella parte inferiore del dispositivo ma ovviamente nulla che ne precluda l’utilizzo.

Prezzo ufficiale fissato a 169€ anche se Iconia A1-830 è facilmente rintracciabile in vari store on-line che lo propongono a cifre che si aggirano sui 140€.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS