Uber: ecco come funziona l’applicazione

923
0
CONDIVIDI


Potrebbe essere un cambiamento epocale nel mondo dei taxi, poter prenotare un’auto con conducente tramite app su smartphone essere localizzati e pagare la corsa con carta di credito, ma non sono della stessa idea i tassisti di tutto il mondo. Di chi stiamo parlando? Di Uber, l’applicazione che offre un servizio rapido ed efficiente per prenotare una vettura. A Milano, come in tutta europa questa applicazione sta creando proteste e scioperi, che però portano un effetto contrario a quello che i conducenti vogliono ottenere. Ma perchè questa protesta? Cos’ha in più questo servizio rispetto ad un normale taxi? Vediamo di capirlo.

Uber, ha iniziato la sua attività circa quattro anni fa a San Francisco dopo essere stata una startup per circa un anno fondata da Garrett Camp e Travis Kalanick. Questo servizio oggi è presente in più 80 città di tutto il mondo, comprese Milano e Roma , superando il miliardo di dollari d’incassi. La sua espansione non si ferma e presto potrebbe essere quotata a Wall Street per un valore di 3 miliardi e mezzo di dollari. Uber per partire nella sua attività, ha ricevuto inizialmente fondi per 307 milioni di dollari e da investitori come Google.

Mountain View, ha poi rafforzato l’accordo negli ultimi tempi vendendo ad Uber le future auto senza conducente. Ma veniamo al funzionamento, il download dell’applicazione è gratuito ed è disponibile sia per iPhone che per Android. Avviata l’applicazione verrà visualizzata una mappa con la posizione dell’utente in quel preciso istante. Insieme alla posizione occupata verranno presentate tutte le auto auto con conducente più vicine al punto di localizzazione.

Calcolato il tempo di attesa previsto rispetto alla posizione l’utente scelta la corsa più conveniente in fatto di tempo potrà prenotare la corsa toccando semplicemente il simbolo della vettura sul display. Successivamente verrà effettuato il pagamento della corsa con carta di credito. Sarà inoltre possibile lasciare un commento sulla qualità del servizio offerto. Per quanto riguarda i prezzi, possiamo notare che non sono proprio conveniente perché sono circa il 20% superiori a quelli di un normale taxi, ma al di la del prezzo l’applicazione è stata subito un successo soprattutto per chi ha una certa capacità nell’utilizzare questi servizi tramite smartphone.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS