Apple voleva acquistare Parse ma, poi, ha creato CloudKit

564
0
CONDIVIDI

Prima di realizzare CloudKit, annunciato al WWDC 2014, Apple aveva provato ad acquistare Parse. Questo almeno ci svela Ilya Sukhar, co-fondatore della nota piattaforma per la gestione della parte cloud di applicazioni. Anche Dropbox, oltre ad Apple, aveva provato ad accordarsi con Parse per un’eventuale acquisizione. Più che alla piattaforma, Dropbox e Apple erano interessati a quattro programmatori di talento presenti all’interno del team Parse.

Ma ormai è storia passata. La società con base a Cupertino ha sviluppato CloudKit, un servizio che, proprio come Parse, permette agli sviluppatori di sfruttare i server pre-progettati e realizzati per controllare il backend delle applicazioni. Questo sistema permette ai developer di elaborare più velocemente la creazione di applicazioni iOS.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS