Si avvicina l’esordio, Loew pensa al “modulo Bayern”

72
0
CONDIVIDI

 

Joachim Loew si affida alla magia dell’oceano atlantico per cercare di risolvere i suoi dubbi di formazione alla vigilia dell’esordio Mondiale contro il Portogallo. Breve corsa sulla spiaggia e poi lunghe passeggiate sulla riva cercando la soluzione giusta dopo una preparazione piena di sorprese più o meno negative. Il CT tedesco non vuole dare punti di riferimento al Portogallo e soprattutto vuole controllare la gara cercando poi di colpire al momento giusto. Troppo importante partire con una vittoria in un girone G molto equilibrato.

Da Porto Seguro arrivano però notizie positive riguardo lo stato di forma del gruppo tedesco, con Neuer completamente recuperato e il capitano Philipp Lahm tornato quasi ai suoi livelli dopo l’infortunio subito il mese scorso. Loew sta pensando di affidarsi contro il Portogallo ad un modulo 4-1-2-3, molto simile a quello utilizzato da Guardiola per il suo Bayern Monaco nel finale di stagione scorso.

Domani alle 18 a Salvador de Bahia, la nazionale tedesca dovrebbe scendere in campo con questa formazione: Neuer in porta, difesa a quattro con Boateng a destra, Hummels e Mertesacker centrali e Howedes confermato come terzino sinistro. Le maggiori novità sono però a centrocampo dove Lahm giocherà da scudo davanti la difesa mentre più avanti, nel ruolo di doppio regista, ci saranno Sami Khedira e Toni Kroos. In attacco sicura la presenza di Muller a destra e Podolski a sinistra mentre in avanti è ancora aperto il ballottaggio con Mesut Ozil dato però favorito nel ruolo di attaccante di movimento. Gotze e Miroslav Klose dovrebbero partire dalla panchina.

 

Probabile formazione: Neuer; Boateng, Mertesacker, Hummels, Howedes; Lahm; Kroos, Khedira; Podolski, Muller, Ozil.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS