Illusioni Ottiche: Palazzo Spada

967
0
CONDIVIDI

Roma, città con un patrimonio archeologico e artistico senza eguali, e più pensiamo di conoscere i suoi segreti, le sue viuzze più nascoste o le storie più antiche che l’hanno resa così affascinante, più scopriamo che conserva ancora tanti misteri. Uno di questi è a Palazzo Spada, nei pressi di Piazza Farnese e Campo de’ Fiori, dove l’architetto nemico acerrimo di Bernini, Francesco Borromini, ha ideato tra il 1652 e il 1653 la Galleria Prospettica.

In questo periodo storico gli artisti sentivano la necessità di cambiare le regole fissate dal periodo artistico Rinascimentale, e quindi avevano bisogno di stupire, trasgredire e confondere gli spettatori. A questo proposito il particolarissimo corridoio di Palazzo Spada è stato realizzato in modo da creare un effetto visivo molto spettacolare per lo spettatore. Grazie agli elementi architettonici presenti nella struttura quali la sequenza delle colonne di altezza decrescente ed il pavimento che si alza, danno vita all’illusione ottica di una galleria con lunghezza di 37 metri, mentre nella realtà ne misura solamente 8.

In fondo alla galleria, nel giardino illuminato dal sole, si trova una scultura che sembra essere di dimensioni naturali, mentre in realtà è alta solo 60 cm.

Per la creazione di questa opera Borromini, ha sfruttato un trucco molto usato anche per le scenografie teatrali e cinematografiche, ovvero la prospettiva accelerata, facendo aiutare nella realizzazione da il matematico Padre Giovanni Maria da Bitonto.

fonte | Funweek

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS